Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  10 agosto 2017

Born Today: 10 agosto

Ian Anderson (Jethro Tull)

Ian Anderson nasce il 10 agosto 1947 a Dunfermline, sulla sponda orientale della Scozia, ma la sua famiglia si sposta ad Edimburgo solo quattro anni dopo e lì verrà spinto a frequentare molto la chiesa e la scuola domenicale, cosa che sembrava non amare, per quanto si sforzasse, tanto che - a soli 8 anni - rifiutò di continuare le lezioni, creando una frattura con il padre. L'anno successivo il primo contatto con la musica quando compra un ukulele, merchandising di Elvis, che sarà sostituito da una vera chitarra classica due anni dopo. Nel 1959 di nuovo la necessità di cambiare, questa volta il trasferimento è in direzione di Blackpool, città costiera nella parte settentrionale dell'Inghilterra, dove viene iscritto alla Blackpool Grammar School, istituto dove difficilmente riesce a gestire le punizioni corporali del Preside (usanza ben raccontata da Morrissey in 'The Headmaster Ritual' degli Smiths Ndr). All'età di 14 anni Ian prova a creare la sua prima band con i compagni di scuola Jeffrey Hammond e John Evans e si appassiona sempre di più alla musica, ascoltando Beatles, Rolling Stones, ma anche i 'padri' del blues che gli daranno le basi sulle quali costruire le sue abilità da autodidatta. La formazione prese inizialmente il nome di The Blades sostituito poi da John Evan Band e successive rivisitazioni contenenti sempre il nome del tasterista per 'ripagare' virtualmente, visto che non potevano materialmente, la madre di Evans che aveva finanziato l'acquisto di un Hammond e di un van. La band suona abbastanza in zona, vincendo contest e aprendo anche a dei giovanissimi Pink Floyd nel novembre 1966 così che Anderson decide di accontanre gli studi all'Istituto d'arte e per focalizzarsi sulla musica. I cambi di formazioni sono continui e nel 1967 la band si trasferisce a Londra per cercare di entrare nel circuito della capitale e registra un primo demo per la MGM, 'Sunshine Day', ma questo non stabilizza le cose. Il nome continua a cambiare perché, come dichiarato da Anderson, erano talmente pessimi da non riuscire ad ottenere due ingaggi di fila e cercavano di ovviare alla cosa presentandosi ogni volta come una band diversa: Ian Henderson's Bag o' Nails, Bag o' Blues o Navy Blue fino a Jethro Tull, scelto dal manager Dave Robson, che è il nome con il quale si esibirono al Marquee di Londra che iniziò a chiamarli spesso per suonare. Il seguito cresceva e nel giugno del 1969 aprirono di nuovo per i Pink Floyd, questa volta ad Hyde Park. Anderson, intanto, iniziò ad essere frustrato con la chitarra, non si sentiva abbastanza bravo 'Ascoltare Eric Clapton mi faceve capire che non sarei mai riuscito a diventare un grande chitarrista' e decise di fare un cambiamento che ne avrebbe segnato per sempre la carriera: abbandonare la Stratocaster per un flauto, che diventerà il suo marchio di fabbrica,anche se all'inizio non fu proprio facilissimo integrarlo nel suono blues della band. Un punto di svolta definitivo per i Jethro Tull fu, infine, il Sunbury Jazz and Blues Festival di Londra che li mise davanti ad 80.000 persone, portandoli all'attenzione nazionale. Il primo album della band, "This Was" sarebbe uscito di lì a poco, nell'ottobre del 1968. Con i Jethro Tull Ian Anderson ha pubblicato 21 studio album e 7 da solista, "Walk Into Light" del 1983 il primo.


Ian Anderson (Jethro Tull)

Jethro Tull - Aqualung (Rockpop In Concert, 10.07.1982)

Jethro Tull - Aqualung (Rockpop In Concert, 10.07.1982)