Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  07 dicembre 2017

Franz Ferdinand a Radiofreccia: 'È l'inizio di una nuova decade'

Alex Kapranos e Bob Hardy ai microfoni di Radiofreccia parlano di "Always Ascending", di Bologna e delle influenze di pionieri come Moroder e Nile Rodgers

I Franz Ferdinand sono tornati con 'Always Ascending', brano finito dritto nella nostra Top20 che dà anche il titolo al quinto album in uscita il 9 febbraio e non hanno intenzione di mollare la pista da ballo, affrontata sempre con la classe e lo stile che ne hanno fatto una delle band di riferimento dell'indie-rock del nuovo millennio. A distanza di 13 anni dal debutto sono cambiate alcune cose: il chitarrista Nick McCarthty ha lasciato la band, sono entrati in formazione nuovi membri, c'è stata la parentesi FFS - progetto con gli Sparks dei fratelli Mael - e il mercato musicale è cambiato ulteriormente dall'ultimo lavoro a firma Franz Ferdinand, "Right Thoughts, Right Words, Right Action" del 2013, ma la sostanza c'è ancora, eccome.

Nelle scorse settimane Alex Kapranos, frontman e leader della band, e il bassista Bob Hardy sono venuti a farci visita nei nostri studi per raccontare a Nessuno di questa nuova fase della band, del concerto previsto per il 15 marzo a Bologna, della musica da ballo, della concezione di genere musicale nell'era digitale e tanti altri temi che troverete sia nel video a fine pagina che in una seconda parte dell'intervista in uscita i prossimi giorni.

Ah, ovviamente anche per bere limoncello.

'Sentiamo che l'ultimo disco dei Franz Ferdinand era la fine di una decade, letteralmente la fine di dieci anni di vita della band questo è l'inizio di una nuova decade come band, di certo si vuole ascendere, crescere' racconta Kapranos 'Abbiamo sempre voluto fare musica da ballare, suonare con il timbro e l'energia di una live band, ma anche con l'intento di farti alzare e ballare e penso che ci siamo riusciti anche con questo disco ma abbiamo invertito l'approccio che normalmente hanno le band: prendere la tecnologia e applicarla alla band, quindi mettere tutto in linea a computer, sulla griglia. Noi abbiamo fatto il contrario, abbiamo preso le tecniche della musica da ballo ma le abbiamo suonate live'.

Sulla data del 15 marzo aggiunge 'Mi piace Bologna, ha una bella storia. C'era una buona scena punk rock,ritrovi per suonare, penso di aver conosciuto la reputazione di Bologna prima ancora di andarci. Ho sentito altre band che ne parlavano band nel collettivo musicale di Glasgow'. 


Franz Ferdinand a Radiofreccia: 'È l'inizio di una nuova decade'

Franz Ferdinand @ Radiofreccia Part 1