Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  10 agosto 2017

Once Upon A Time: Bonehead lascia gli Oasis

Nel 1999 il chitarrista Paul 'Bonehead' Arthurs, tra i fondatori della band, si separa dai fratelli Gallagher

È il 10 agosto 1999 e la prima pagina del settimanale inglese New Musical Express non lascia dubbi: “Bye Bye Bonehead” – sotto trovate un video del 2013 dove il diretto interessato sfoglia le pagine del giornale – il chitarrista ritmico degli Oasis lascia la band. A due anni esatti di distanza dalla pubblicazione del terzo album della band, “Be Here Now”, il disco degli eccessi, del muro del suono, dell’abuso di droghe, delle file notturne davanti i negozi di dischi e le 424000 copie vendute in un giorno, uno dei membri fondatori dei The Rain – la versione iniziale della band – decide che la magia è svanita. Le cause dell’abbandono -avvenuto durante le registrazioni di “Standing On The Shoulder Of Giants” nel sud della Francia - vennero attribuite alla necessità di passare più tempo con la famiglia, ma evidentemente c’era dell’altro, per quanto piuttosto ovvio.

Negli anni Bonehead ha più volte ripetuto che si era persa la scintilla, il divertimento iniziale che era stato il motore di tutto e la vera forza di una delle band più grosse che l’Inghilterra abbia mai prodotto, un gruppo di ragazzacci arrivati sul tetto del mondo che non riusciva più a frequentare con la stessa serenità e cuor leggero di prima, tanto da preferire fare un passo indietro piuttosto che non essere in grado di dare il mille per mille.

Dopo solo due settimane un altro dei membri originari della band, il bassista Paul “Guigsy” McGuigan – che già aveva lasciato brevemente gli Oasis nel 1995, giusto in tempo per non apparire nel video di ‘Wonderwall’ dove si vede il sostituito Scott McLeod – mollerà la nave,  che sarà guidata dai soli fratelli Gallagher e Alan White.

Noel si trovò a dover rifare nuovamente tutte le parti di chitarra e basso su “Standing On The Shoulder Of Giants”, nelle prime fasi suonate da Bonehead e Guigsy, che verranno poi sostituiti rispettivamente da Gem Archer degli Heavy Stereo e Andy Bell, già con Hurricane#1 e Ride.

Negli anni seguenti Bonehead ha portato avanti per breve tempo un progetto chiamato Moondog One con Mike Joyce degli Smiths , Aziz Ibrahim degli Stone Roses, suonato con The Vortex, con la superstar thailandese Sek Loso, e creato i Parlour Flames con il musicista e poeta Vinny Peculiar (un solo, omonimo album pubblicato nel 2013).

Paul 'Bonehead' Arthurs (Oasis)

'Bye Bye Bonehead' - In The NME Archive

'Bye Bye Bonehead' - In The NME Archive Paul Arthurs, better known as Oasis' Bonehead looks back at the fateful day he decided to leave Oasis and the NME headline which broke the news to the nation.