Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  01 febbraio 2017

1 febbraio 1949: La RCA inventa e pubblica il primo 45 giri

"Texarkana baby" del cantante country Eddy Arnold inaugura l'era moderna del disco in vinile

 "Texarkana Baby", del cantante country Eddy Arnold, non sarebbe rimasta nella storia della musica se non fosse stato per un "piccolo" particolare: il 1 febbraio 1949 fu il primo 45 giri ad essere pubblicato (e in vinile verde) dalla casa discografica RCA. Quella canzone era un segnale di guerra, sul piano industriale: con questo agile disco la RCA reagiva al 33 giri, che era stato inventato e immesso sul mercato, l'anno precedente, dalla Columbia. Entrambi i formati erano destinati a superare, per versatilità e comodità d'uso, il vecchio 78 giri d'anteguerra. Il 45 giri, orgogliosamente presentato dal numero uno della corporation David Sadnoff da un progetto realizzativo di Thomas Hutchinson, rischiò però di non trovare i consensi dei consumatori, anche per i problemi di impiego sui giradischi tarati sui 33: occorreva, tra l'altro, ricorrere a uno "spider" che consentisse l'adattamento della velocità e la compatibilità con il buco centrale. Per garantire il successo del suo prodotto, la RCA investì 5 milioni di dollari nella campagna pubblicitaria, e già nel 1954 erano 200 milioni i pezzi venduti nel mondo.

Eddy Arnold - Texarkana Baby (45 giri)

 Cominciava così l'epoca del 45 giri, destinata a incidere in modo decisivo nelle vicende del rock e del pop. Agli esordi, i vinili erano colorati secondo il genere di appartenenza: quelli country erano verdi, i brani classici rossi, le canzoni per bambini gialle e quelli di "race music" (R&B e gospel) arancione. Nel tempo, aldilà delle edizioni speciali per collezionisti, si impose il 45 giri nero.