Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  17 novembre 2020

AC/DC, Brian Johnson sul suo 'nuovo inizio' per Power Up

Il cantante parla delle prime sessioni per Power Up e del suo rientro negli AC/DC dopo lo stop per problemi di udito

Quando Brian Johnson si è trovato a dover sostituire Bon Scott, in un album come "Back In Black" che per altro ne celebrava la morte, aveva davanti un'impresa di quelle davvero complesse. Una sfida vinta a mani basse che ha reso Johnson un frontman legato alla storia degli AC/DC almeno quanto il primo vocalist.

Lasciare la leggendaria band australiana per i ben noti problemi di udito, quindi, non deve essere stata una decisione presa a cuor leggero, così come il doversi rimettere in gioco per presentarsi di nuovo davanti al microfono per l'ultimo "Power Up " è stato un momento, per forza di cose, delicato.

Il nuovo inizio di Brian Johnson

Rientrato dopo essere stato sostituito da Axl Rose dei Guns N'Roses per la conclusione del tour di "Rock Or Bust", Johnson di nuovo nel gruppo è stata una delle novità più attese e chiacchierate del nuovo album degli AC/DC, un risultato che si è concretizzato dopo un momento di leggera ansia, come detto dallo stesso cantante ai microfoni di BBC 6.

"Per prima cosa ho avuto un po' di apprensione - ha detto Brian Johnson del rientro in studio con la band - Era da un po' che non lo facevamo e quando Angus mi ha chiesto se volessi fare un po' di prove per vedere se le orecchie funzionavano gli ho risposto che mi sarebbe piaciuto. Non mi sarei mai voluto trovare nella posizione in cui ero l'ultima volta. Per me è stato orribile e non riuscivo nemmeno a sentire la band".

I problemi, quando ci sono, secondo Brian vanno affrontati di petto ed è per questo che, quando Angus gli ha chiesto se volesse partire in modo graduale, ha risposto che no, se andava fatto andava fatto come si deve: "Gli ho detto che se bisognava farlo bisognava farlo al massimo, come se fossimo in battaglia. Perché se non funziona, non funziona. Allora abbiamo fatto Back In Black e mi sono sentito come un gigante, saltavo intorno come se fossi un ragazzino, ero eccitato e anche i ragazzi se ne sono accorti perché non ho smesso di muovermi per due giorni. Anche i fonici e i ragazzi al banco erano sorridenti e battevano mani e piedi, capivamo che funzionava".

La canzone più emozionante

Power Up per gli AC/DC è un disco molto speciale, per Angus Young e per la band perché è il primo lavoro senza suo fratello Malcolm, fondatore e motore della formazione australiana e per Brian perché è il disco della rinascita, della riscoperta dei suoi poteri. La presenza di Malcolm, in ogni caso, è palpabile in tutto il disco e seppure il chitarrista scomparso tre anni fa non è tecnicamente presente con sue registrazioni, Angus ha usato delle parti scritte insieme e la sua essenza è diffusa per tutto "Power Up", specialmente in una traccia che emoziona particolarmente il cantante: "Penso ancora a Malcolm - ha detto Johnson all'Independent parlando della canzone Through The Mists Of Time - e ogni volta che l'ascolto mi viene la pelle d'oca. Quando ho cantato questo pezzo pensavo a lui, porta alla mente i giorni felici dei primi anni '80, di quando sono entrato nella band. Mi vengono in mente quei giorni felici, spensierati, e Angus ha fatto un lavoro magnifico nel mettere giù i versi e penso che anche a lui emozioni molto perché lui e Malcolm erano inseparabili".


Il nuovo album Power Up

E' uscita la scorsa settimana "Power Up", diciassettesimo album degli AC/DC che arriva a distanza di ben sei anni dal precedente "Rock Or Bust". Registrato dalla leggendaria rock band australiana nell'ormai collaudato  Warehouse Studio di Vancouver, per "Power UP" gli AC/DC hanno anche richiamato il produttore Brendan O'Brien con loro già per i precedenti "Black Ice" e "Rock Or Bust".

In dodici tracce gli AC/DC fanno gli AC/DC con un concentrato di classic rock fatto di ritmi granitici e riff senza tempo. L'album è disponibile in svariati formati: digitale, CD standard, Deluxe limited edition e 5 versioni di vinile (nero, giallo, rosso trasparente e opaco, picture disc).

Davvero particolare il box limited edition ccmposto da uno schermo che, premendo un bottone a lato della special box, si illumina con il logo degli AC/DC mentre gli altoparlanti integrati fanno  partire “Shot In The Dark”. Il cofanetto include il CD con booklet di 20 pagine, che contiene foto esclusive, e un cavo di alimentazione USB che permette di ricaricare la scatola.

AC/DC, Brian Johnson sul suo 'nuovo inizio' per Power Up

AC/DC - Shot In The Dark (Official Video)

AC/DC - Shot In The Dark (Official Video)