Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  25 maggio 2020
di Nessuno
Nessuno

AC/DC: spunta un mini-docu online sui primi giorni della band

The Forgotten Sydney of AC / DC, racconta le vere e proprie prime scorribande della leggendaria formazione hard rock

For those about to rock, c'è del nuovo materiale online. Ed in particolare per i fan di una delle band più rumorose, seminali dell'hard rock di tutto il pianeta, gli AC/DC. Le gesta della band agli esordi sono state raccontate in un nuovo mini documentario che ne esplora i primi giorni a Sydney, ed è stato lanciato online da pochi giorni. Il titolo è The Forgotten Sydney of AC / DC.


Il progetto


Il progetto è stato guidato da Tom Compagnoni e presenta filmati d'archivio insieme a interviste con i primi membri della band Dave Evans, Mark Evans, Noel Taylor, Rob Bailey e Tony Currenti. The Forgotten Sydney of AC / DC li vede condividere i ricordi della metà degli anni '70, comprese le prove, le riprese del loro primo video a The Last Picture Show di Cronulla, e il momento in cui Angus Young è apparso per la prima volta nella sua famosa divisa da scolaretto al Victoria Park Pool


La componente geografica


Una dichiarazione sul film recita: “Gli AC / DC sono indiscutibilmente nati e cresciuti a Sydney, ma non ci sono statue, placche e corsie che altre città hanno per mostrare le origini di una delle più grandi rock band di tutti i tempi. " In seguito continua con le seguenti parole. "Fai un viaggio ad alta tensione attraverso Sydney e scopri i luoghi dimenticati e la storia che ha plasmato gli AC / DC." Il film contiene anche filmati tratti dal funerale di Malcolm Young in città, mentre i componenti lamentano il declino della scena musicale dal vivo di Sydney. Il mini-documentario di quasi 18 minuti è visibile in fondo all'articolo.


Hard Rock Lockdown


Ci sono state molte speculazioni sul ritorno di Brian Johnson nella formazione dopo essere stato costretto a interrompere il tour con gli AC / DC nel 2016, ma il lockdown ha interrotto tutti i rumors che sembravano dare speranza ai fan per l'arrivo di un nuovo album e di un tour a supporto. Al'inizio di questo mese, il cantante Brian Johnson ha inviato un messaggio ai fan degli AC / DC durante le celebrazioni online di Bonfest, la festa che ogni anno ricorda il grande frontman della band, Bon Scott, scomparso 40 anni fa a Londra ed anche al popolo italiano, di cui condivide le origini. Johnson è infatti figlio di Alan, sergente dell’esercito britannico, e di Ester De Luca, cittadina di Rocca di Papa.

"So che state passando un brutto momento e che state iniziando a uscirne lentamente. Ma io sono con voi" continua nel saluto ai fans Brian Johnson. "Guardare le notizie e vedere gli italiani cantare dai balconi mi ha fatto sentire così orgoglioso e anche molto emozionato. Era il paese di mia madre e lo considero anche il mio». Ha raccontato anche come sta trascorrendo il suo lockdown, sostenuto anche dai buoni liquori italiani come la grappa che mostra scherzando su quanto sia forte. «Spero solo di potervi rivedere tutti molto presto» ha infine concluso.


AC/DC: spunta un mini-docu online sui primi giorni della band

The forgotten Sydney of AC/DC

AC/DC was indisputably born and bred in Sydney but there aren't the statues, plaques and laneways that other cities have to show the origins of one of the biggest rock bands of all time. Take a high-voltage trip through Sydney and learn about the forgotten haunts and the story that shaped AC/DC. We sit down with some of the band's original members, Mark Evans, Noel Taylor, Rob Bailey and Tony Currenti, in this exclusive mini-documentary by the Herald's Tom Compagnoni. * * * The story of AC/DC’s formative years in Sydney is told through the recollections of early members Mark Evans (bass player 1975-77), Noel Taylor (drummer 1974) and Rob Bailey (bass player 1975-75). They recall band rehearsals and social events at the Young family home in Burwood, seeing Angus first don his schoolboy outfit at Victoria Park Pool, filming the first video clip in The Last Picture Show in Cronulla and recording their first album at Albert Studios on King St in the heart of Sydney. Meanwhile in Penshurst, Tony Currenti, an Italian immigrant and owner of Tonino's Penshurst Pizzeria, tells the story of how he unexpectedly became the drummer on AC/DC’s debut album, High Voltage. After completing work on the album, Tony declined an offer to formally join the band - and then watched as they became one of the biggest groups in the world. Tony still works in the pizza shop, its walls lovingly adorned with AC/DC posters, records and photos from his brief time in the band. All members reflect on Sydney’s role in shaping AC/DC and more generally on the decline of Sydney as a live music hub.