Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  09 maggio 2020

Addio a Little Richard, leggenda del rock'n'roll

L'icona del rock'n'roll, sue hit come 'Tutti Frutti' e 'Long Tall Sally' aveva 87 anni

Se ne è andato all'età di 87 anni per cause ancora da chiarire Little Richard, vera e propria leggenda del rock'n'roll e figura cardine del movimento. La morte è stata confermata da suo figlio Danny Jones Penniman.


Il titolo di inventore del rock'n'roll è da sempre conteso da diversi artisti, c'è chi in cima mette il King Elvis Presley e chi Chuck Berry e per una questione strettamente cronologica lo scettro non può essere attribuito a Little Richard. A Richard Wayne Penniman - questo il suo vero nome - va però va dato il merito di aver iniettato nel genere una potenza e una carica mai vista prima e mutuata direttamente dalle sue fondamenta radicate nella musica nera.


Un'eredità quella di Little Richard che non si esaurisce solo nel catalogo discografico costellato di hit - da 'Tutti Frutti' a 'Long Tall Sally' o 'Good Golly, Miss Molly' - ma riguarda soprattutto un nuovo modo di calcare le scene, creando un personaggio enigmatico e carismatico come forse mai prima era apparso su un palco. L'approccio alla dimensione live che scatenava una tensione furiosa e ambigua allo stesso tempo portò il rock'n'roll a un livello successivo, rendendolo eccitante e osceno come mai prima di allora.

L'importanza sociale


C'era il rock'n'roll, certo, ma nella carica esplosiva di Richard c'era tanto del background gospel, un R&B geneticamente modificato che in pochissimo tempo - l'apice della sua carriera è racchiusa in una manciata di anni nella seconda metà degli anni '50 - cambiò per sempre la storia della musica.

Il successo mondiale di 'Tutti Frutti', ad oggi uno degli standard del rock'n'roll che da solo basterebbe a farlo sedere sul trono dei più grandi, lo fece diventare tra i principali artisti dell'epoca, uno dei pochi che, negli Stati Uniti nel bel mezzo della segregazione, riusciva a far impazzire allo stesso modo bianchi e pubblico di colore contribuendo a colpire i pregiudizi dell'epoca a suon di esibizioni travolgenti.  


L'influenza di Little Richard


L'influenza di Little Richard su tutti quelli venuti dopo è stata enorme e il suo impatto ha contribuito non solo a far progredire la musica rock verso territori ignoti ma anche a dare un 'immagine che avrebbe gettato le basi della rockstar androgina. Uomo di colore nell'America degli anni '50 e proveniente da famiglia religiosa, Richard si presentava sul palco con acconciatura barocca, make up e un'ambiguità sessuale che destava scalpore e che sarebbe stata incanalata in tutti i più grandi performer della storia. Un impatto che non fece prigionieri: da Paul McCartney a Mick Jagger, e James Brown,  tutti avrebbero voluto essere Little Richard e senza di lui Prince non sarebbe mai esistito.


Addio a Little Richard,  leggenda del rock'n'roll

Little Richard Long Tall Sally - Tutti Frutti

Little Richard - Long Tall Sally - Tutti Frutti from the film Don't Knock The Rock