Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  18 marzo 2020

Anche l'edizione 50 del Glastonbury Festival cancellata per Coronavirus

Uno dei più importanti festival del mondo, il festival inglese era pronto ad accogliere oltre 200.000 spettatori che saranno invitati a tornare nel 2021

Vera e propria istituzione dell'estate concertistica,  il Glastonbury Festival è uno dei festival estivi più famosi e duraturi del mondo ma, a differenza di quanto comunicato solo una settimana fa,  a causa del Coronavirus sarà rinviato al 2021 facendo slittare di un anno i festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario.

Previsto dal 24 al 28 giugno all'ormai iconico sito di Worthy Farm, nella zona Sud-Ovest dell'Inghilterra, il Glastonbury Festival era pronto a  celebrare i 50 anni dell'evento davanti a oltre 200.000 spettatori che erano riusciti ad accaparrarsi l'ambito biglietto già da tempo e solo la settimana scorsa aveva annunciato la line up, come sempre, ricca di tantissimi nomi di qualsiasi scena musicale.

Se al momento dell'annuncio degli artisti - headliner quest'anno sarebbero stati Paul McCartney, Taylor Swift, Diana Ross e Kendrick Lamar - gli organizzatori Michael ed Emily Eavis avevano rassicurati tutti dicendo che, nonostante il diffondersi del COVID19, nessuno aveva la sfera di cristallo per sapere cosa sarebbe accaduto nelle settimane successive, ma oggi è arrivata la doccia fredda.

Ci dispiace, ma dobbiamo annunciare la cancellazione di Glastonbury 2020. Chiaramente questo non è stato ciò che speravamo dovesse accadere per l'evento del nostro cinquantesimo anniversario ma, in seguito alle nuove misure governative annunciate questa settimana, e in tempi di un'incertezza senza precedenti, questa è stata per noi l'unica via percorribile. Speriamo che la situazione nel Regno Unito sia molto migliorata per la fine di giugno ma, se anche così fosse, non siamo in grado di passare i prossimi tre mesi con migliaia di membri dello staff impegnati sul campo a cercare di fare l'enorme lavoro per costruire le infrastrutture e le attrazioni che servono per poter accogliere più di 200.000 persone in una città temporanea. Vogliamo scusarci sinceramente con le oltre 135.000 persone che avevano già pagato il deposito per il biglietto e proprio perché il pagamento sarebbe diventato effettivo ad inizio aprile abbiamo deciso di fare ora questa scelta.






L'idea per organizzare il festival di Glastonbury venne a Michael Eavis dopo aver assistito ad uno show dei Led Zeppelin in un blues festival organizzato dalla città di Bath. La prima edizione, si tenne il 19 settembre del 1970, esattamente un giorno dopo la morte di Jimi Hendrix e radunò a Worthy Farm, Pilton, 1500 persone che pagarono un biglietto da una sterlina, incluso latte gratis direttamente dagli allevamenti della fattoria. Il oggi costa circa 250 sterline. La line up dell'epoca prevedeva come headliner The Kinks, freschi di pubblicazione di Lola, che però si ritirarono all'ultimo e vennero sostituiti dal duo folk dei Tyrannosaurus Rex, poi diventati celebri come i T.Rex di Marc Bolan.

Anche l'edizione 50 del Glastonbury Festival cancellata per Coronavirus

David Bowie - Heroes (Live at Glastonbury Festival 2000)

David Bowie - Heroes (Live at Glastonbury Festival 2000)