Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  17 giugno 2020

Black Lives Matter, in vendita la maglia ispirata ai Black Sabbath

I Black Sabbath hanno messo in vendita la maglia tributo al movimento Black Lives Matter e ispirata alla copertina di Master Of Reality

Tom Morello e la t-shirt dei Black Sabbath per Black Lives Matter

Alcuni giorni fa il chitarrista di Rage Against The Machine ed Audioslave Tom Morello era stato visto indossare una maglia che riportava lo slogan che sta risuonando nelle strade di tutto il mondo, Black Lives Matter, scritto con il font di "Master Of Reality", secondo album dei Black Sabbath. Nel post pubblicato sui social, Morello era in compagnia di sua madre alla quale si univa nel supporto alle comunità afro americane ma, oltre alla didascalia, molti amanti del rock erano stati attirati da quel gadget capace di far arrivare un messaggio importante e, allo stesso tempo, rendere omaggio alla grande band di Ozzy Osbourne.


La T-Shirt Black Lives Matter

Circa una settimana dopo, i canali ufficiali dei Black Sabbath hanno annunciato che la t-shirt Black Lives Matter indossata dal musicista americano sarà disponibile per tutti coloro che vorranno supportare la causa in stile.

La maglia Black Lives Matter ispirata a Master Of Reality, infatti, è stata messa in vendita sul sito dei Black Sabbath specificando che tutti i ricavi netti ottenuti dalle vendite saranno donati in beneficenza al network mondiale Black Lives Matter.

Le t-shirt hanno il costo di 25 dollari, circa 20 euro, e a partire da metà luglio potranno essere spedite in tutto il mondo attraverso il sito ufficiale dei Black Sabbath.

Anche il bassista dei Sabbath Geezer Butler aveva approvato la foto di Morello commentando così lo scatto: "Bella maglia, bei sentimenti e una mamma fantastica!".



Ozzy Osbourne durante il lockdown

Recentemente il figlio di Ozzy Osbourne, Jack ha dato degli aggiornamenti sulle condizioni di salute del padre che a inizio anno aveva annunciato di soffrire del Morbo di Parkinson. Parlando di come tutto ciò che è successo nel mondo abbia avuto un impatto sull'ex cantante dei Black Sabbath, Jack ha detto che ora va un po' meglio ma ciò che davvero lo ha messo in difficoltà durante il periodo di quarantena a causa del coronavirus è stata la noia e l'impossibilità di poter dar seguito alla ritrovata scintilla data dalla pubblicazione dell'ultimo album "Ordinary Man" a febbraio. Le previsioni di Ozzy per i mesi seguenti, infatti, erano di tornare subito in studio e mettersi a lavoro ad un nuovo disco, ambizione distrutta dal coronavirus, specialmente considerato il fatto che il produttore Andrew Watt è stato tra i primi personaggi del mondo del rock ad essere stato colpito dal virus.

Lo scorso mese, intanto, il chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi ha detto in un'intervista che gli piacerebbe salire un'ultima volta con la band che ha concluso la carriera live nel febbraio del 2017: "E' stato fantastico riuscire a fare un ultimo tour, ha detto Iommi ad Eddie Trunk, sarebbe bello poter fare un altro show ma la cosa difficile è che con i Sabbath si tratta di una cosa grossa. Non puoi andare e fare un singolo show, per la crew, per tutto il setup, dovrebbe essere un tour lungo più di un anno. Non sono contrario a nulla, ma farei le cose in modo diverso."

Black Lives Matter, in vendita la maglia ispirata ai Black Sabbath