Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  23 gennaio 2019

Black Sabbath, a febbraio la cerimonia in loro onore a Birmingham

La città natale dedicherà alla band un ponte e una panchina alla presenza di Tony Iommi

Nonostante l'assenza di Ozzy Osbourne, Geezer Butler e Bill Ward, già impegnati, sarà il chitarrista Tony Iommi a rappresentare i Black Sabbath nella cerimonia che il prossimo 9 febbraio darà il giusto tributo alla storica band nella loro città natale, Birmingham.

L'evento - i 350 biglietti disponibili sono andati subito esauriti - vedrà i Black Sabbath essere commemorati con una panchina 'di metallo pesante' disegnata appositamente e posta sul ponte che attraversa il canale cittadino all'altezza di Broad Street e che sarà rinominato "Black Sabbath Bridge". Contestualmente sarà anche svelata la stella del batterista della band, Bill Ward, nella Walk Of Stars che onora i personaggi famosi di Birmingham e che, insieme a quelle già dedicate agli altri tre componenti storici dei Black Sabbath e ad una per tutta la band, verrà poi ricollocata proprio nei pressi della panchina.

Attraverso i suoi canali social, intanto, Tony Iommi ha voluto dare un appuntamento a tutti i fan della leggendaria band invitandoli a presentarsi il 9 febbraio nelle strade di Birmingham in quello che, inevitabilmente, d'ora in poi diventerà meta di pellegrinaggio per tutti gli amanti di rock e metal.

"Devo dire che i fan dei Black Sabbath sono assolutamente fantastici e non posso ringraziarvi abbastanza per tutto il supporto dato nel corso degli anni. Vorremmo anche ringraziare il Comune di Birmingham per aver messo in piedi questo progetto che ha coinvolto così tante persone e un sacco di duro lavoro. Sarò a Birmingham il 9 febbraio per l'inaugurazione del ponte, della panchina e anche per la presentazione della stella che sarà insignita a Bill Ward. Sfortunatamente Bill, Ozzy e Geezer non potranno essere presenti quel giorno per altri impegni ma, se non vi dispiace, io ci sarò! Spero di vedervi lì!"

Pochi giorni fa il bassista dei Black Sabbath Geezer Butler è stato intervistato con Tom Morello di Rage Against The Machine ed Audioslave in seguito alla loro esibizione insieme sul palco della serata in onore di Chris Cornell

Morello ha voluto sottolineare come fosse contento del fare poco litigioso di Butler perché "Sostanzialmente i miei riff sono i riff dei Black Sabbath con un paio di passaggi diversi". Il più anziano collega ha ribattuto dicendo di non farlo sapere a Tony Iommi e confermando la stima per Morello: " Uno dei miei chitarristi preferiti di tutti i tempi" con l'attuale membro dei Prophets Of Rage che ha ringraziato pronto a inserire la dichiarazione : "Sul biglietto da visita".

Black Sabbath, a febbraio la cerimonia in loro onore a Birmingham