Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  29 giugno 2021

Blink 182, Mark Hoppus dà aggiornamenti sulla sua salute

Il bassista dei blink-182 ha parlato della sua malattia dopo aver rivelato pochi giorni fa sui social la sua battaglia contro il cancro

Mark Hoppus, bassista e voce dei blink-182 ha dato un aggiornamento ai propri fan sul suo stato di salute dopo aver comunicato pochi giorni fa di avere un cancro.

Pochi giorni fa, come un fulmine a ciel sereno, è arrivata una notizia che ha colpito il mondo della musica: Mark Hoppus ha il cancro. Ora il bassista, cantante e membro fondatore dei blink-182 si è mostrato in una diretta Twitch in cui ha dato alcuni aggiornamenti sul suo stato di salute.

Lo stato di salute di Mark Hoppus

Come riportato da Absolute, lo scorso weekend Hoppus ha partecipato ad una partita di 'Blinko', un bingo virtuale su Twitch rispondendo alle domande dei giocatori nel corso della diretta.

A chi gli chiedeva il suo stato di salute dopo la notizia della scorsa settimana, il musicista 49enne ha risposto: "Come mi sento oggi? Mi sento meglio di ieri. Ieri per me è stato un inferno mentre oggi mi sono svegliato in una condizione migliore, sono andato a fare una passeggiata, mangiato una colazione decente e non ho avuto la sensazione di dover vomitare. La prenderemo come una vittoria".

Hoppus, visibilmente provato, ha poi continuato raccontando le difficoltà di fare praticamente qualsiasi cosa da quando ha scoperto la malattia ed ha cominciato i cicli di chemioterapia: "Nelle giornate buone riesco a fare qualcosa. Sono andato a fare una passeggiata oggi ed è stata la prima volta in cui sono usciti di casa negli ultimi cinque giorni. Ma durante questo ciclo di chemio non sono rimasto completamente fermo sul divano come un miserabile. Ho guardato dei film, fatto una passeggiata, pulito casa e portato a spasso i miei cani. Non ho avuto la sensazione di essere come uno zombie avvelenato che si è preso una scossa mentre cercava di scavalcare un recinto elettrificato come gli altri due cicli".




In Italia una volta che sarà finito tutto

Il bassista dei blink-182 ha poi spiegato che, vista la situazione attuale non può fare molto ma, tra le varie cose, spera che quando sarà finito tutto potrà tornare a girare il mondo, Italia inclusa.

"Ora non posso andare da nessuna parte. Ieri volevo andare a vedere il match dei Dodgers ma non posso. Vorrei uscire con i miei amici, andare al ristorante ma non posso. Il numero dei miei globuli bianchi al momento è decisamente troppo basso per potermi permettere di uscire, quindi sono obbligato a rimanere in casa nel tentativo di migliorare. Questa è la situazione e la affronterò".

Quando un fan gli chiede se pensa di tornare prima o poi a Bellaggio, Como, dove era già stato in passato, Hoppus risponde che, caso vuole, aveva da poco discusso la cosa: "Mi piacerebbe molto. Proprio oggi parlavo con mia moglie di dove ci piacerebbe andare una volta che tutto questo, si spera, sarà finito. E abbiamo discusso di come l'Italia e il Lago di Como siano sicuramente dei posti fantastici dove ci piacerebbe ritornare".


Blink 182, Mark Hoppus dà aggiornamenti sulla sua salute

La malattia di Mark Hoppus

Meno di una settimana fa Mark Hoppus aveva dato la triste notizia ai suoi fan attraverso i suoi account social.

"Per gli ultimi tre mesi mi sono sottoposto a trattamenti di chemioterapia per il cancro. Ho il cancro. Mi fa schifo e sono spaventato e allo stesso tempo ho la fortuna di avere accanto dei dottori incredibili, la mia famiglia e i miei amici per superare tutto questo - ha scritto il bassista dei blink - Ho ancora mesi di trattamenti da affrontare ma sto cercando di rimanere speranzoso e positivo. Non vedo l'ora di poter sconfiggere il cancro e tornare a vedervi sotto il palco al più presto. Vi voglio bene".

Una notizia che ha shockato il mondo della musica, ancor più se si pensa che Hoppus ha meno di 50 anni, e che ha subito fatto esprimere ai suoi compagni di band il loro supporto.

Il batterista dei blink-182 Travis Barker, intervistato da E!News si è detto pronto ad essere sempre al fianco dell'amico, sia sul palco che nella vita di tutti i giorni.

Allo stesso modo Tom DeLonge, che con Hoppus ha formato i blink prima di lasciare il posto a Matt Skiba nel 2015 e suonare con gli Angel & Airwaves, si è detto convinto della forza dell'ex compagno di band: "Sapevo della situazione di Mark già da un po' e quello che posso aggiungere, a quello che ha già scritto lui oggi, è che è una persona forte, un superuomo che affronterà questo difficile ostacolo con un grande cuore".

Noi non possiamo che unirci al coro e augurare a Mark Hoppus una completa guarigione, sperando di vederlo al più presto su un palco da queste parti.