Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  13 maggio 2021

Bob Dylan avrà il suo museo

Aprirà a maggio 2022 in Oklahoma il Bob Dylan Center, un museo interamente dedicato a Bob Dylan

Il prossimo 24 maggio Bob Dylan farà 80 anni, un traguardo importante da celebrare con l'annuncio dell'apertura, un anno dopo, del Bob Dylan Center, un museo interamente dedicato all'arte dello storico cantautore che sarà inaugurato a Tulsa, Oklahoma nel maggio del 2022.

Il Bob Dylan Center

Aprirà i cancelli il 10 maggio 2022 a Tulsa, Oklahoma, il Bob Dylan Center, un nuovo museo interamente dedicato alla poesia e all'arte di Bob Dylan, uno dei più grandi cantautori di tutti i tempi. Il museo sarà al Tulsa Arts District, vicino il Woody Guthrie Center, e raccoglierà oltre 100.000 pezzi inediti provenienti dalla lunga carriera di Bob Dylan.

I fan del cantautore di Duluth potranno ammirare da vicino testi scritti a mano, registrazioni inedite, filmati mai visti prima e fotografie rare che raccontano l'arte e la musica di uno dei più grandi poeti del '900, l'uomo in grado di portare la musica popolare ad essere riconosciuta come poesia con la vittoria del Premio Nobel.

L'edificio è decorato con un murale che rappresenta una foto scattata a Dylan da Jerry Schatzberg nel 1966, è stato disegnato dallo studio di architettura Olson Kundig e sarà una struttura iperteconologica che garantirà un'esperienza completamente immersiva e multimediale.

Oltre ad ospitare mostre permanenti e temporanee, il Bod Dylan Center sarà anche la sede del Bob Dylan Archive, un archivio segreto realizzato dopo un lungo lavoro di digitalizzazione e catalogazione di tutti i lavori di Dylan.



Cosa si può vedere al Bob Dylan Center?

In quello che si preannuncia come un museo multimediale, i fan di Bob Dylan potranno interagire in maniera diversa con l'arte e la musica del cantautore e, nello specifico, questi sono alcune delle cose che gli appassionati potranno vedere all'interno del Bob Dylan Center:

  • Una mostra di elementi in continuo sviluppo che mettono sotto i riflettori la collezione del Bob Dylan Archive
  • Un'esperienza cinematografica immersiva che introdurrà i visitatori ad una grande quantità di musica e filmati di archivio diretti da Jennifer Lebeau, vero biografo di Dylan
  • La riproduzione di uno studio di registrazione per permettere ai visitatori di provare davvero l'esperienza di entrare a far parte di una sessione di registrazione con Dylan
  • The Columbia Records Gallery che fornirà uno sguardo attento alla creazione, la produzione e la registrazione di canzoni storiche di Dylan come 'Like A Rolling Stone' e 'Tangled Up In Blue'
  • Una sala in cui saranno proiettati film, concerti e documentari relativi a Dylan, compresi filmati mai visti prima direttamente dagli archivi
  • Una timeline multimediale che racconta la vita di Dylan dai suoi esordi ai giorni nostri opera dello storico Sean Wilentz
  • The Parker Brothers Gallery, che esplora il processo creativo di altri artisti innovativi in una esposizione curata dall'autore Lewis Hyde


Tra le rarità contenute nel Bob Dylan Archive anche una performance di 'Don't Think Twice, It's All Right' del 1962 mai resa disponibile prima, una versione con testo diverso registrata da una coppia di amici quando un emergente Dylan si esibiva al Greenwich Village di New York.

Dall'archivio anche questa foto inedita scattata nel 1974 dal fotografo Barry Feinstein durante il tour di Bob Dylan con The Band.

Bob Dylan avrà il suo museo

Bob Dylan Retrospectum

In occasione degli 80 anni di Bob Dylan, invece, il 24 maggio i fan americani dell'artista lo celebreranno con una 'Pastorale Americana', una serie di paesaggi realizzati durante il lockdown da Dylan che saranno esposti per la prima volta in una mostra a Miami.

La mostra, intitolata "Bob Dylan: Retrospectum", conterrà anche altri dipinti, disegni e sculture in metallo create da Bob Dylan negli ultimi 60 anni e sarà inaugurata il prossimo 30 novembre al Patricia and Phillip Frot Art Museum di Miami, in coincidenza con la Settimana dell'Arte che ogni anno si tiene nella città della Florida.

La mostra è composta da circa 120 opere e riprende quella dedicata a Dylan nel 2019 al Museo di Arte Moderna di Shangai dove risultò essere la mostra più visitata dell'anno per la metropoli cinese: "Ho visto il catalogo e deciso che avremmo dovuto portarla in America", ha spiegato il direttore del Frost, Mark Rosenberg, "L'obiettivo è mostrare lo sviluppo e la varietà della pratica visiva di Dylan parallelamente a passaggi interattivi che illumineranno questo sviluppo nell'ambito del suo canone musicale e letterario".

Per la tappa di Miami mostra di Shanghai e' stata arricchita da nuovi dipinti creati durante i mesi della pandemia che si sono rivelati particolarmente produttivi per Dylan anche dal punto di vista musicale con l'uscita del primo album di brani inediti in otto anni "Rough and Rowdy Ways".

Bob Dylan - Knockin' On Heaven's Door (Unplugged)

Bob Dylan - Knockin' On Heaven's Door (Unplugged)