Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  14 aprile 2020
di Nessuno
Nessuno

Bowie: presentata l'anteprima del film Stardust

Il lungometraggio è stato anticipato online per un gruppo privato di possibili distributori

In attesa di ritrovare presto la possibilità di frequentare le sale cinematografiche ed i concerti, l'industria dell'intrattenimento muove qualche timido passo nella programmazione delle uscite future. Tra le pellicole a cui è stato imposto lo stop c'è anche "Stardust", il film che racconta il primo viaggio negli Stati Uniti di David Bowie e che avrebbe debuttato al Tribeca Film Festival di Robert De Niro, rimasto orfano dell'attesa anteprima in sala per le limitazioni imposte dall'epidemia di Coronavirus. Film Constellation, la casa di produzione cinematografica che lavorato al progetto, ha organizzato quindi una "anteprima virtuale" online a una ristretta cerchia di persone, appartenenti alla stampa e ai distributori internazionali, con una messaggio di benvenuto ad opera del regista e sceneggiatore, Gabriel Range, e degli attori Johnny Flynn, Jena Malone e Marc Maron, tutti collegati in remoto.

Secondo quanto riportato dall'ANSA, Fabien Westerhoff, CEO di Film Constellation, ha dichiarato:

"'Stardust è un film molto atteso dal mercato. Abbiamo così cercato un modo per restare in contatto con i compratori, e siamo entusiasti di potergli offrire questa opportunità unica di poter godere della pellicola di Gabriel in un ambiente opportuno, sicuro, e controllato. La nostra prima premiere digitale è stata un esperimento emozionante, che ha permesso a diverse centinaia di compratori di connettersi simultaneamente da ogni parte del mondo e contattarci nel giro di 24 ore. Non vediamo così l'ora di aggiungere una componente live a questa esperienza e renderla ancora più incredibile".

Il film sulle avventure americane del Duca Bianco non conterrà alcuna traccia originale di David Bowie, per il mancato consenso della famiglia all'utilizzo della musica. All'epoca dell'annuncio della messa in lavorazione di Stardust infatti, Duncan Jones (il figlio di David Bowie) aveva così commentato:

"Sono abbastanza sicuro che nessuno ha garantito i diritti musicali per qualsiasi biopic... altrimenti lo saprei. Non dico che questo film non si farà, sinceramente non saprei. Dico solo che, stando così i fatti, questo film non avrà nella colonna sonora la musica di mio padre e non prevedo cambiamenti in merito. Se volete vedere una biopic senza la sua musica o il beneplacito della famiglia spetta al pubblico deciderlo".

All'epoca Duncan Jones, anch'egli regista, aveva ipotizzato un'idea che avrebbe sbloccato la situazione: "Se Neil Gaiman (pluripremiato scrittore e fumettista) volesse scrivere qualcosa usando i personaggi di mio padre e Peter Ramsey (regista di Spiderman: Nel Nuovo Universo) e il suo team volessero farci un film animato, spingerei tutti quelli dalla mia parte a prestare attenzione e tenere la cosa in seria considerazione".


Bowie: presentata l'anteprima del film Stardust