Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  18 marzo 2021

Brian Johnson e lo spot dell'aspirapolvere che lo portò agli AC/DC

Il cantante degli AC/DC Brian Johnson ricorda l'aneddoto che lo portò all'incontro con gli AC/DC per diventare il successore di Bon Scott

Brian Johnson ha raccontato su Brian Johnson TV della volta in cui venne chiamato per diventare il nuovo cantante degli AC/DC, una storia già nota ai fan della band ma che forse non tutti sanno.

Il provino di Brian Johnson con gli AC/DC

Seguire le orme di Bon Scott, per i fan della prima ora l'unico e vero cantante degli AC/DC non deve essere stata cosa semplice per Brian Johnson che però da ormai quarant'anni porta avanti con grande dignità la leggendaria rock band australiana. Johnson, che proprio lo scorso del 2020 è tornato negli AC/DC per l'ultimo album "Power Up" dopo il suo addio dovuto a problemi di udito, ha voluto raccontare ancora una volta l'episodio che lo portò a diventare la voce più longeva degli AC/Dc.

Parlando su Brian Johnson TV, il suo canale YouTube, il cantante spiega che quando gli venne inizialmente proposto di entrare a far parte della band rispose di no. Il motivo? Le troppe delusioni ricevute come cantante dei Geordie che lo spinsero ad appendere il microfono al chiodo ed avere un atteggiamento poco propositivo nei confronti della carriera in una band. 32 anni, alcuni dei quali passati sul palco con i Geordie per tornarne senza nemmeno un gruzzoletto da far fruttare e la convinzione di aver chiuso con la musica.

Brian era a Newcastle quando una donna dall'accento tedesco chiamò per fargli la proposta, senza specificare la band che lo stava cercando per un provino, e gli chiese di andare a Londra per le audizioni: "Le dissi che ero stato già deluso dalla musica con i Geordie - racconta - e dopo aver passato tre anni con loro me ne andai senza un penny in tasca. Non lo avrei fatto di nuovo, non sarei andato a Londra per il provino, non potevo permettermelo". Quando l'interlocutrice lasciò intendere che la band in questione erano gli AC/DC, il cantante britannico disse: "Sono una grande band, ma io ho 32 anni e sono già scaduto da un pezzo. Non saranno di sicuro interessati, sarebbe un viaggio sprecato" e riattaccò.


L'aspirapolvere galeotto

Galeotto fu l'aspirapolvere, o meglio la richiesta di partecipare ad uno spot di un'azienda che li produceva, la Hoover, arrivata improvvisamente poco dopo la chiamata per le audizioni. A Contattare Johnson fu Andre Jacquemin, che lavorava alle produzioni cinematografiche dei Monty Python e che gli offrì 350 sterline per cantare in uno  spot degli elettrodomestici Hoover, non male.

Guarda caso lo studio di registrazione di Jacquemin si trovava proprio a Londra, ottima occasione per cogliere due piccioni con una fava.

Johnson decise allora di richiamare la donna dall'accento tedesco, forte del nuovo, fruttuoso lavoro che avrebbe giustificato la trasferta, e decise di accettare e presentarsi alle audizioni.

Il resto, come si suol dire, è storia ma lo spot dell'aspirapolvere Hoover Brian Johnson lo fece comunque.



Brian Johnson e lo spot dell'aspirapolvere che lo portò agli AC/DC

Bon Scott, Brian Johnson e l'appendicite

Per porre fine alla continua domanda 'meglio Bon Scott o Brian Johnson?' si potrebbe dire che fu proprio Scott a fare il nome di Johnson agli AC/DC dopo aver suonato con lui in un tour della Gran Bretagna alcuni anni prima. Bon Scott era stato davvero colpito da quell'energia, da quella voce potentissima e da quelle urla pazzesche che Johnson, voce dei Geordie, riusciva a tirare fuori.

Quello che non sapeva, però, è che le urla di Johnson erano dovute non tanto alla sua bravura ma ad una fortissima appendicite che lo aveva colpito mentre era sul palco.

"Bon era in tour in Gran Bretagna ed aveva aperto per la band di Brian, i Geordie - ha raccontato Angus Young in una recente intervista - e mentre eravamo in tour Bon ci raccontò della storia, ci aveva detto che stava ascoltando il concerto dei Geordie e sentiva Brian urlare. Rimase colpito da questo tizio che urlava e strepitava, diceva che gli sembrava Little Richard e poi lo vide lì contorcersi per terra".

Il primo cantante degli AC/DC era entusiasta da quello che sarebbe diventato il suo successore: "Pensò fosse grandioso, che fosse il miglior cantante e la miglior performance che avesse mai visto da un bel po' di tempo - ha continuato il chitarrista - quello che non sapeva e che avrebbe scoperto poi, però, è che Brian stava subendo un fortissimo attacco di appendicite. Ma Bon pensava che facesse tutto parte dello spettacolo e che fosse incredibile".

AC/DC - Shot In The Dark (Official Video)

AC/DC - Shot In The Dark (Official Video)