Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  28 ottobre 2020

Brian May: "Sono fortunato ad essere vivo"

Il chitarrista dei Queen parla del brutto periodo passato per una 'collezione di disastri'

Non molto tempo fa i Queen hanno pubblicato il primo album come "Queen + Adam Lambert", ovviamente un lavoro dal vivo che ha documentato l'ultimo tour della band dal titolo "Live Around The World". Il leggendario chitarrista della band Brian May, dal canto suo, è tornato a produrre anche musica in solitaria dopo un periodo fisicamente molto difficile.

Brian May ne ha parlato nel programma TV "Good Morning Britain" dove ha presentato la canzone 'I'm A Woman' registrata con Mazz Murray, Kerry Ellis, Gina Murray e Anna-Jane Casey, tutte donne passate dal cast del musical We Will Rock You, per supportare il Mese dedicato alla prevenzione al tumore al senso. La nuova versione del brano originariamente registrato dal Peggy Lee nel 1962 è stata ispirata all'attrice Rebekah Gibbs morta nel 2014 proprio a causa della malattia.

Grato di essere ancora vivo

Parlando del suo anno tremendo da un punto di vista fisico che lo ha visto finire in ospedale per un infarto, Brian May si è detto grato di essere ancora vivo dopo una serie di guai fisici che lo hanno messo davvero a dura prova.

"Sono davvero grato di essere ancora vivo, ha detto il chitarrista dei Queen, ho avuto un chirurgo davvero fantastico. Mi hanno impiantato tre stent al cuore, che sembrano fare il loro dovere, e io mi sento bene".

Sorprendentemente, però, il vero momento di grade pericolo per May è arrivato dopo, quando lo stomaco non ha retto le medicine prese per supportare il cuore rischiando di esplodere: "In quel momento sono stato molto vicino alla morte. Bisogna stare molto attenti quando ti danno delle medicine perché è fantastico per gli stent, è grandioso per il cuore ma non molto buono per il resto del corpo e può davvero distruggerti. E' come essere sul filo di un rasoio".

Una vera collezione di disastri

Entrando nello specifico, Brian May ha raccontato dell'esplosione del suo stomaco e di quella che definisce una collazione di disastri: "La cosa peggiore che mi è accaduta è stata l'emorragia allo stomaco, ho perso una quantità enorme di sangue in un colpo solo e sono stato spazzato via. Non riuscivo a muovermi, non riuscivo ad attraversare la stanza. Per me quello è stato il punto più basso ma direi che ho avuto un brutto periodo a 360°, fa quasi ridere, una vera collezione di disastri".

Quelli fisici, infatti, non sono stati gli unici guai passati da quello definito negli ultimi mesi il miglior chitarrista della storia. Sul finire dell'estate, infatti, ha ringraziato sui social il grande lavoro fatto dai pompieri per contenere un grande e forte incendio che ha devastato il Sunningdale Golf Course, un campo da golf che si trova esattamente a ridosso della proprietà in cui vive.

Live Around The World

Dal punto di vista discografico con i Queen, nelle scorse settimane è uscito "Live Around The World", prima release ufficiale a firma Queen + Adam Lambert che ha fatto schizzare i Queen in cima alla classifica degli album più venduti nel Regno Unito per la prima volta in venticinque anni.

Uscito il 2 ottobre, "Live Around The World" contiene i momenti più belli raccolti tra oltre 200 show suonati, appunto, in tutto il mondo davanti a più di 3 milioni e mezzo di spettatori di 42 paesi e selezionati personalmente da Taylor, May e Lambert. Ci sono estratti dal Rock In Rio all'Isle Of Wight Festival, dal festival giapponese Summer Sonic fino ad una delle ultime performance fatte prima dell'inizio del lockdown, lo show di beneficenza per Fire Fight Australia.

Il disco è disponibile in CD, CD+DVD, CD+Blu Ray e in vinile. I supporti video contengono anche materiale inedito come una battaglia a colpi di batteria tra Roger Taylor e suo figlio Rufus, batterista dei Darkness, e l'assolo di Last Horizon di Brian May. Tra le canzoni in scaletta numerosi classici dei Queen come Don't Stop Me Now, I Want To Break Free e Bohemian Rhapsody ma anche rarità come Love Kills e I Was Born To Love You.


Il ritorno in Italia dei Queen + Adam Lambert

Per chi si stesse chiedendo quando suoneranno in Italia i Queen + Adam Lambert, la band recupererà la data cancellata nel 2020 il prossimo anno. I Queen + Adam Lambert si imbarcheranno nelle date europee del "The Rhapsody Tour" proprio partendo dall'Italia con uno show alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, Bologna, il prossimo 23 maggio 2021.

I biglietti già acquistati per la data del 2020 resteranno validi anche nel 2021.



Brian May: "Sono fortunato ad essere vivo"