Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  12 febbraio 2021

Bruce Springsteen, nuovi dettagli sull'arresto

Emergono nuovi dettagli sull'arresto di Bruce Springsteen per guida in stato di ebbrezza avvenuto a novembre 2020

Pochi giorni fa il sito americano TMZ ha dato la notizia dell'arresto di Bruce Springsteen per guida in stato di ebbrezza avvenuto a novembre 2020, ora emergono nuovi dettagli sulla vicenda

Springsteen e la tequila

L'arresto, avvenuto lo scorso 14 novembre all'interno della Gateway National Recreation Area, nel parco federale di Sandy Hook, New Jersey, ha visto protagonista il rocker 71enne a bordo della sua moto. Il motivo del fermo è DWI, acronimo che sta per 'Driving While Intoxicated', sostanzialmente guida in stato di ebbrezza. L'agente della polizia locale ha accusato Springsteen anche di   guida pericolosa e consumo di alcol in una zona vietata, nonostante alcune fonti vicine all'artista sostengano che il livello di alcol nel sangue del Boss non fosse assolutamente sufficiente per convalidare il fermo.

Stando ad alcune indiscrezioni trapelate nelle ore successive alla notizia, infatti, Springsteen si sarebbe fermato in un'area del parco mentre era in sella alla sua moto per scattare alcune foto con dei fan che gli avrebbero offerto uno shot di Tequila, anche se il report della polizia locale fornisce un'altra versione.

TMZ, infatti, è entrato in possesso del verbale compilato dall'agente che riporta di aver visto Springsteen "Consumare uno shot di tequila Patron e poi salire a bordo della sua moto ed accendere il motore" e che la bottiglia da 750 ml era completamente vuota. "Ho detto a Springsteen che bere nel parco era proibito - si legge nel report della polizia - e quando gli ho chiesto se stava per partire mi ha confermato che avrebbe guidato nel parco e mi ha confermato che aveva avuto altri due shot di tequila nei precedenti 20 minuti".

I test di Springsteen

In una prima dichiarazione raccolta dall'Asbury Park News, una fonte vicina all'artista dichiarava che il tasso alcolico presente nel sangue del Boss era di 0,2, un quarto rispetto a quello richiesto per essere arrestati in New Jersey. Il report della polizia, però, parla di una situazione diversa, di uno Springsteen con gli occhi sbarrati prima di sottoporsi ai vari test di routine per indicare il livello di sobrietà.

Il primo, il test del nistagmo, è quello in cui si chiede ad una persona di seguire con gli occhi il movimento di una penna o un oggetto simile, e il Boss avrebbe superato il test quattro volte su sei. Springsteen si è poi cimentato nei test di equilibrio camminando lungo una linea retta e voltandosi su te stesso, passando cinque prove su otto. Anche se - stando al report - quando l'agente gli avrebbe chiesto di fare 18 passi il rocker ne avrebbe fatti 45 prima di rifiutarsi di fare l'etilometro.

Accuse difficili da provare

Springsteen dovrà apparire virtualmente nelle prossime settimane davanti al Giudice Anthony Mautone del Tribunale di Newark anche se, forse, non sarà così facile confermare le accuse. Parlando con la CNN una fonte vicina all'artista avrebbe detto: "Non so perché sia stato fermato, certo, tecnicamente non è consentito bere in un parco federale e forse se l'agente vede qualcuno che beve deve per forza fargli un verbale per non perdere il lavoro, ma ne stanno facendo un'affare più grande di quello che è in realtà ".

Rolling Stone ha poi interpellato Glenn Kassman, avvocato del New Jersey specializzato in casi di questo genere, secondo cui le accuse saranno difficili da provare : "Secondo la mia esperienza non riusciranno mai a provare le accuse di guida in stato di ebbrezza secondo quanto contenuto all'interno del verbale redatto dall'agente - sostiene Kassman - c'è un divario, un grand canyon, tra le probabili cause dell'arresto per sospetto di guida in stato di ebbrezza e le prove dietro il ragionevole dubbio che lo abbia fatto davvero".

Lo spot sospeso

Intanto la nota casa automobilistica che lo scorso weekend aveva pubblicato uno spot con protagonista di Bruce Springsteen, il primo nella lunga carriera del Boss, si è vista costretta a ritirare la clip di due minuti mandata in onda durante il Super Bowl.

"Non sarebbe appropriato per noi commentare dettagli di cui abbiamo solo letto e non verificati - ha detto un portavoce della casa automobilistica - ma è anche giusto per noi mettere in stand by il nostro spot fino a quando non sarà stata chiarita la realtà dei fatti. Il suo messaggio di unità e comunità è particolarmente rilevante, così come quello che bere e poi mettersi alla guida non può essere consentito".


Bruce Springsteen, nuovi dettagli sull'arresto

Bruce Springsteen - Born to Run