Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  17 agosto 2020

Bruce Springsteen stima Lana Del Rey

Per il Boss Lana Del Rey è attualmente il meglio del cantautorato statunitense

Cosa hanno in comune Bruce Springsteen, uno dei monumenti del rock e la regina del sad-core da bordo piscina Lana Del Rey? Apparentemente niente se non fosse che è proprio il Boss a tirare in ballo la trentacinquenne newyorkese durante una puntata del suo show su SiriusXM.

'Una delle migliori cantautrici'

Intervenendo nel suo programma "From His Home To Yours" su Sirius XM, Bruce Springsteen ha fatto ascoltare 'American', canzone contenuta nell'EP "Paradise" pubblicato da Lana Del Rey nel 2012 che, all'interno del testo, nomina proprio il grande rocker americano (Springsteen is the king don't you think I was like, hell yeah that guy can sing). 

Commentando il brano, Springsteen si è sbilanciato enormemente nei confronti della Del Rey dichiarando che è una delle sue preferite e tra i cantautori migliori di tutti gli Stati Uniti.

"Questa è 'American' dell'adorabile Lana Del Rey - ha detto il Boss - e ha nominato un tizio del New Jersey qui, non sono sicuro di chi stesse parlando. Lei è di New York ed è cresciuta a Lake Placid, una favolosa piccola cittadina americana dove ho passato molte belle sere d'estate con la mia famiglia e i miei bambini nel corso degli anni. Lana è semplicemente una delle migliori cantautrici in tutto la Nazione, attualmente. Riesce a creare un modo tutto suo nel quale invitarti ad entrare, quindi è una delle mie preferite in assoluto".


Se forse l'affermazione può sembrare inaspettata o esagerata, c'è da dire che, in effetti, se c'è un merito da riconoscere a Lana Del Rey è quello di creare un immaginario americano, un po' come fa Springsteen, ma legato ad una realtà e ad una fascia della popolazione glamour diametralmente opposta a quella working class protagonista dei racconti di Bruce.



AUTAC e live

Nei mesi scorsi Springsteen ha condiviso una serie di dischi dal vivo come quello del 1999 a Philadelphia, del 2005 a Stoccolma e del 1981 alla Brendan Byrne Arena di East Rutherford, New Jersey disponibile per l'acquisto con tutti i proventi che andranno in beneficenza al New Jersey Pandemic Relief Fund.

Di una decina di giorni fa il ritorno disco di Bon Iver con AUATC (Ate Up All Their Cake), brano che vede Justin Vernon essere accompagnato ai cori da Elsa Jensen, Jenny Lewis, Jenn Wasner e proprio il nostro Bruce Springsteen. Tutto il ricavato dal brano verrà devoluto ad associazioni che combattono il razzismo e supportano la giustizia sociale.


I progetti di Lana Del Rey

Un anno fa Lana Del Rey ha pubblicato quello che forse è qualitativamente il suo miglior lavoro  "Norman Fucking Rockwell" che, a dispetto di un successo commerciale decisamente inferiore rispetto ai numeri monstre di "Born To Die" e "Ultraviolence", ha forse fatto segnare una maturità compositiva mai arrivata prima. Il settimo album in studio dovrebbe arrivare a inizio settembre con il titolo "Chemtrails Over The Country Club" mentre a luglio è uscito "Violent Bent Backwards Over The Grass" che contiene una serie di poesie scritte e lette dall'artista newyorkese sulla musica di Jack Antonoff (Bleachers, Fun.).



Bruce Springsteen stima Lana Del Rey