Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  21 luglio 2020

Chris Cornell, in arrivo una biografia

Il libro, in arrivo la prossima settimana, racconterà gli ultimi anni della vita di Cornell

A distanza di una settimana da quello che sarebbe stato il suo cinquantaseiesimo compleanno, la casa editrice Post Hill Press ha annunciato l'arrivo sugli scaffali americani di una biografia interamente dedicata a Chris Cornell. Il libro dedicato alla voce di Soundgarden, Temple Of The Dog ed Audioslave, si chiama Total F*cking Godhead: The Biography of Chris Cornell e sarà disponibile a partire dal prossimo 28 luglio.


Total F*cking Godhead: The Biography of Chris Cornell

Il libro non è il primo testo dedicato a Cornell, una delle più intense e amate voci della sua generazione, ma ha la dichiarata intenzione di diventare un punto di riferimento nella bibliografia del rocker di Seattle.

La biografia è stata scritta dal giornalista e critico musical Corbin Reiff che in 384 pagine ha cercato di esplorare tutti gli aspetti dlela vita di Cornell con l'intenzione di dare il giusto peso al suo lavoro e consegnarlo ai posteri come la figura cardine per la scena rock e grunge qual è. All'interno del libro ci sono molte interviste con figure come il produttore Jack Endino o il critico Dawn Anderson ma, nonostante i tentativi dell'autore, non ci sono interventi dei Soundgarden o della famiglia Cornell.

Intervistato da Variety - riporta Loudwire - Reiff ha dichiarato di voler rendere giustizia a Cornell e alla musica dei Soundgarden: " Non c'erano molti punti di contatto tra i Soundgarden e la storia della musica, e addirittura tra loro e le band di Seattle, i Pearl Jam, i Nirvana, gli Alice In Chains persino. Sembra che siano stati un po' dimenticati dalla storia e il mio libro, in molti modi, vuole riscrivere questo dato.".


Il pensiero di Reiff sui Cornell

Continuano a parlare del ruolo dei Soundgarden, Reiff dice: "Sono sempre stati avanti rispetto alla loro epoca, o comunque erano un po' di traverso rispetto a ciò che succedeva all'epoca. Chris veniva visto come un tipo minaccioso, ma in realtà aveva un grande senso dell'umorismo, altrimenti non sarebbe il grande autore che era. Voglio essere certo che le persone che leggeranno il libro possano avere una visione completa della sua persona."


La cover di Patience

Intanto ieri, con un post sui social, Vicky Cornell ha pubblicato una cover inedita di suo marito che canta 'Patience' dei Guns N'Roses. La registrazione della cover è stata fatta nel marzo 2016 agli Henson Studios di Los Angeles mentre l'ex frontman di Soundgarden ed Audioslave si trovava lì a registrare il suo album e stava insegnando a sua figlia Toni, grande fan dei Guns N'Roses, a suonare Patience.

"Uno dei fonici di Chris mi ha recentemente ricordato le registrazioni delle sessioni del 2016 – dice Vicky in una nota - e "Patience" è stata una di queste. Ascoltarla di nuovo dopo così tanti anni è stato incredibile, ha portato alla luce una esplosione di ricordi agrodolci.

Un ringraziamento speciale ad Axl, Slash e Duff per aver continuato a onorare Chris nei loro spettacoli dal vivo - conclude la veedova Cornell - E a tutti i fan di Chris voglio dire grazie per averlo tenuto nel vostro cuore e aver sempre condiviso l’amore per Chris con noi. Voglio ringraziare anche i nostri figli; perché siete l’espressione di ciò che era vostro padre, con la sua forza e la sua gentilezza".



Chris Cornell, in arrivo una biografia