Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  16 marzo 2021

Courtney Love:" La scorsa estate sono quasi morta"

La vedova Cobain e cantante delle Hole Courtney Love ha rivelato di essere quasi morta la scorsa estate dopo essere stata ricoverata in ospedale per anemia

Courtney Love ha rivelato della sofferenza dello scorso anno attraverso un post sui suoi social  in cui ha detto di essere quasi morta a causa dell'anemia che l'aveva fatta finire in ospedale. Il messaggio continua prendendosela con alcuni dottori che l'avrebbero seguita in una prima fase che - a detta della cantante delle Hole - non avrebbero fatto altro che accusarla di essere una tossicodipendente.

"Sono quasi morta"

"Gente, ho provato tristezza e sono stata molto malata, ho provato un dolore inimmaginabile e ad agosto ero in ospedale, pesavo 44 kg, e sono quasi morta per anemia (non avevo emoglobine)".

Comincia così il post pubblicato nelle scorse ore da Courtney Love sui suoi social. Frontwoman delle Hole, vedova di Kurt Cobain e personaggio sempre controverso Courtney Love, 56 anni, ha voluto raccontare ai suoi follower l'esperienza che la scorsa estate l'ha vista protagonista.

Nonostante le condizioni di salute, racconta la Love, non sono mancati membri dell'equipe medica che invece di aiutarla si sono soffermati sulla condotta di vita e la sua fama di tossicodipendente: "Sono stata stigmatizzata per essere tossicodipendente per 9 mesi da molti dottori impreparati, dottori al rovescio e fanfaroni. Mentre ero debilitata dai forti dolori. Poi ho incontrato un terapista del dolore saggio ed empatico che mi ha aiutato e a cui sono davvero grata!".

Andando a tranquillizzare i suoi fan, poi, la vedova Cobain ha voluto poi sottolineare che però ora si trova in salute grazie anche al CBD oil, che al suo interno contiene cannabinoidi che l'hanno aiutata con il dolore pur non dichiarandosi grande fan della cannabis: "Mi sono sempre preso gioco della cannabis/THC e non sono fan del suo effetto narcotico, odio la sensazione che ti porta l'erba ma non è questo il caso. Qui si tratta della natura che ci aiuta, è pura magia. Il CBD degli dei è un miracolo".

L'artista americana ha poi rivelato di essere a pagina 133 dell'autobiografia attualmente in lavorazione e di aver scoperto negli ultimi mesi di essere fragile: "Sono fondamentalmente rimasta costretta a letto, pensavo di essermela vista davvero brutta questa volta ma ora sto bene! Sono fragile e mi rimetterò presto in forze, non come sempre perché questo è il momento di non sprecare le energie nella rabbia. Da questa storia ho ricavato una nuova sorta di saggezza ed empatia verso le persone che hanno malattie fisiche".


Courtney Love e i casi di #metoo

Recentemente Courtney Love aveva rivelato di aver deciso di interrompere la sua carriera da attrice che negli anni'90 le aveva portato anche una nomination ai Golden Globe del 1997 come Miglior attrice in un film drammatico per "Larry Flynt - Oltre lo scandalo". Un periodo divertente, racconta la cantante delle Hole, ma al quale ha deciso di porre fine in seguito ad una serie di casi assimilabili al movimento #metoo che l'hanno costretta ad abbandonare la carriera cinematografica.

A proposito dei casi che l'avrebbero vista vittima di molestie, la Love ha scritto di aver deciso di lasciare l'industria cinematografica perché nessuno credeva alle sue accuse: "Nessuno mi credeva e la cosa continuava ad andare avanti, quindi ho deciso di mollare - ha scritto - E per me va bene, forse in una prossima vita sarò più forte e in grado di resistere. Mi inchino davanti a quelle che riescono a farlo".


Courtney Love:" La scorsa estate sono quasi morta"

L'autobiografia, il disco e i progetti futuri

Dopo aver pensato di rimettere insieme le Hole e aver incontrato Melissa Auf Der Maur e Patty Schemel lo scorso anno in sala prove, gli ultimi mesi hanno visto Courtney Love concentrata a mettere insieme la sua autobiografia e un disco solista che ha iniziato a creare durante la sua permanenza a Londra dove si era trasferita proprio per concentrarsi sui progetti futuri.

Proprio quella del trasferimento in Inghilterra è stata una scelta fatta consapevolmente dalla Love per cercare di dedicarsi al meglio sui vari progetti: "Ogni volta che lasciavo l'Inghilterra mi sentivo triste, ha detto Courtney in un'intervista alla fine del 2020, Inoltre non prendevo una chitarra da tempo, ho smesso di avere quella relazione con lo strumento necessaria per scrivere una buona canzone e quindi mi sono trasferita a Londra per focalizzarmi sul mio libro e suo mio nuovo disco".

"Siamo ancora in una fase iniziale, anche se ho già registrato alcune nuove canzoni durante la mia permanenza a Londra - ha aggiunto Courtney - Inoltre ho anche trovato il tempo per riscoprire nuovi cantautori come Aimee Mann, che è un genio. Mia figlia Frances Bean mi manda delle playlist che sono fantastiche e piene di artisti che non avevo mai ascoltato".