Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  03 luglio 2020
di Nessuno
Nessuno

David Gilmour, il nuovo singolo è "Yes, I Have Ghosts"

Dopo anni il chitarrista dei Pink Floyd ha condiviso una nuova traccia a cui ha collaborato anche la moglie Polly Samson

David Gilmour ha pubblicato la sua prima nuova canzone da cinque anni a questa parte, "Yes, I Have Ghosts". In precedenza, l'ex frontman dei Pink Floyd aveva condiviso la melodia del brano tramite l'edizione dell'audiolibro del romanzo della moglie nonché collaboratrice di lunga data di Polly Samson, A Theater for Dreamers.



"Vedo i fantasmi di gente ancora viva"


Su una linea di chitarra acustica e arpa suonate dalla figlia di Gilmour, Romany, il chitarrista canta di "spettri di estranei" e volti fugaci in mezzo alla folla. "Sì, ho dei fantasmi", canta, "Non tutti sono morti / Facendo polvere dei miei sogni / Girando intorno e intorno, intorno alla mia testa." Un'atmosfera folk che richiama in modo deciso le grandi penne della canzone d'autore, in una melodia che porta chiari richiami al lavoro di Leonard Cohen, che appare anche come personaggio in A Theater for Dreamers. La canzone può vantare anche i cori della figlia Romany, che si combina magnificamente con la voce di suo padre.

"Stavo lavorando a questa canzone proprio mentre andavamo in lockdown e dovevamo annullare una sessione con i coristi" ha detto Gilmour in una dichiarazione, "ma, come si è scoperto, la soluzione era proprio qui e non potrei essere più felice del modo in cui la voce di Romany si fonde con la mia e poi il suono della sua arpa è stata un'altra sorpresa.”


Il Teatro dei Sogni


Fino ad ora, la canzone era disponibile solo su A Theater for Dreamers, il cui libro è ambientato sull'isola greca di Hydra nel 1960, quando Cohen visitò e fece amicizia con altri poeti, pittori e musicisti. A complemento della storia di Samson, Gilmour ha anche registrato più partiture per la pubblicazione.

"Non abbiamo deciso di lavorare insieme sull'audiolibro, ma il lockdown mi ha imposto di raccontare e sono grato a David Gilmour per essere entrato nei panni del produttore", ha detto Polly Samson in precedenza su come tutto è andato a chiudersi. “Volevamo esplorare le possibilità creative del formato e produrre qualcosa di nuovo, fresco e innovativo. Collaborando con David, come ho fatto molte volte negli ultimi 30 anni, scrivendo canzoni sia per Pink Floyd che per i suoi album da solista, siamo stati in grado di riunire il mondo della letteratura e della musica per migliorare l'esperienza di ascolto e connetterci con il pubblico in un modo in cui non credo sia stato fatto prima."


Lo streaming da casa, un tavolo e una chitarra


In occasione dell'uscita del libro, Gilmour, Samson e i loro figli hanno messo a disposizione dei fan una sessione in streaming di domande e risposte dal vivo dalla loro casa, dove hanno suonato per la prima volta "Yes, I Have Ghosts". Gilmour ha anche suonato molte canzoni di Leonard Cohen in queste sessioni, tra cui "Bird on a Wire", "So Long, Marianne", "Fingertips" e "Hey, there's no way to say goodbye". Ha anche cantato due canzoni da solista dell'amico e compagno di band nei Pink Floyd, Syd Barrett, a cui ha lavorato anche come produttore, "Octopus" e "Dominoes".


David Gilmour, il nuovo singolo è "Yes, I Have Ghosts"