Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  26 agosto 2021

Ecco l'album metal perfetto (secondo Corey Taylor)

Corey Taylor rivela qual è, secondo lui, il miglior album metal mai scritto "E' perfetto dall'inizio alla fine"

Corey Taylor, che con gli Slipknot è uno delle figure più popolari nel mondo della musica metal e hard, ha rivelato quale, secondo lui, si può definire l'album metal perfetto.

Qual è il miglior album metal? Cosa ne pensa Corey Taylor

Quando si tratta di fare una classifica dei migliori dischi della storia ci sono alcuni album che compaiono sempre ma ci sarà sempre qualcuno che avrà da ridire. C'è sempre un disco che manca, qualcuno che è posizionato troppo in alto o troppo in basso ma quando si tratta di gusti personali tutto cambia.

Certo, se a dare la propria opinione sul tema è uno come Corey Taylor che ormai da anni con gli Slipknot è diventato uno dei personaggi di maggior rilievo della scena hard, la cosa ha un peso maggiore.

Ma qual è il migliore album metal di tutti i tempi? Per Corey Taylor non ci sono dubbi, per trovare l'album metal perfetto bisogna guardare ai Metallica.

Anche se, però, lo stesso Taylor ha preso parte alla compilation "The Metallica Blacklist" per i 30 anni del "Black Album" con la sua cover di 'Holier Than Thou', la scelta del cantante di Des Moines non ricade sul disco pubblicato nel 1991.

Parlando della sua partecipazione al progetto su Knotfest.com, Taylor ha rivelato che per lui il disco metal perfetto è "Master Of Puppets", album pubblicato dai Metallica nel 1986:

"Si tratta dell'album heavy metal perfetto. Non c'è nulla da scartare. L'unica cosa negativa è che dura troppo poco. Finisce ancora prima che tu te ne possa accorgere e quando realizzi pensi 'Aspetta un attimo' e lo rimetti su di nuovo. E' pazzesco, è davvero un album bellissimo".

Già in passato il cantante di Slipknot e Stone Sour aveva espresso la sua ammirazione per il terzo album dei Metallica. In un'intervista con l'edizione USA di Rolling Stone nel 2017 aveva detto di Master Of Puppets:"Al primo posto in una ipotetica classifica metterei Master Of Puppets. E' il mio disco metal preferito, non c'è assolutamente alcun modo in cui si possa migliorare quell'album. Mi è anche capitato di litigare con gente che mi chiedeva 'E allora i Black Sabbath?'e io dico che i Sabbath non avevano un disco completo dall'inizio alla fine. Erano fighi ma Master Of Puppets è perfetto dalla prima nota di Battery all'ultimo colpo di Damage Inc. e contiene la migliore canzone mai scritta dai Metallica, Disposable Heroes. E' perfetto e litigherò con tutti quelli che diranno il contrario".


L'importanza dei Big 4

Nel corso dell'intervista, Corey ha poi parlato del grande impatto che la musica dei Big 4 - Metallica, Megadeth, Slayer e Anthrax - ha avuto sulla sua vita e su quella della sua generazione: "Quello è stato il grilletto sonoro di tutta una generazione di pazzi, perché quelle band piacevano ad un sacco di pubblici diversi. I punk le amavano, i metallari le veneravano. Se per quelli 'normali' erano ancora troppo underground, anche gli alternativi le apprezzavano, perché c'era un sacco di ferocia in quella musica, qualcosa di completamente diverso".

Il fatto che quelle band fossero pesanti, ancora più pesanti di quelle del passato ma in qualche modo ispirate da quelli venuti prima di loro rendeva, secondo Taylor, il tutto più accessibile per chiunque: "Erano più pesanti dei Black Sabbath, più tosti dei Deep Purple ma erano quelle le band alle quali si ispiravano. In mezzo c'erano tutti gli altri, quelli della scena hardcore, i ragazzini skater e in qualche modo anche gli amanti di certo hip-hop. C'era questa esplosione di attitudine, musica veloce che ti arrivava dritta in faccia e sapevamo che appena i nostri genitori l'avrebbero ascoltata, l'avrebbero odiata. Il che ce la faceva amare ancora di più. Non c'è niente di meglio che ascoltare qualcosa che faccia spaventare gli adulti".


Ecco l'album metal perfetto (secondo Corey Taylor)

Corey Taylor in ripresa dopo il COVID

Dopo aver da poco finito il suo tour estivo da solista in supporto a CMFT, intanto, Corey Taylor sta recuperando le forze dopo essere risultato positivo al COVID.

Lo scorso weekend Corey ha aggiornato i suoi fan sul suo stato di salute rivelando di aver contratto il virus e in questi giorni ha detto di sentirsi meglio, invitando tutti a fare il vaccino.
"Sono ancora positivo ma la febbre è passata, così come i dolori. Mi sto riprendendo e credo che fra non molto tornerò ad essere negativo" ha detto il cantante attraverso un video.

La voce degli Slipknot, che intanto stanno preparando il ritorno dopo "We Are Not Your Kind" del 2019, ha poi voluto ricordare di essere stato molto male, pur avendo fatto il vaccino e che per evitare il peggio vaccinarsi è una scelta saggia: "Mi sono vaccinato e credo che sia stato questo ad avermi aiutato a superare la cosa. Non sono mai stato così male in tutta la mia vita e tremo al solo pensiero di quanto sarei stato male se non mi fossi fatto il vaccino. Grazie e questa protezione extra sono riuscito a superare la cosa. Quindi, andate, andate a farlo. Se siete ancora indecisi sul da farsi, vi garantisco che è questa è la cosa migliore che possiate fare per voi stessi"