Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  15 aprile 2021

Elton John: "I social media sono un posto crudele"

Sir Elton John si scaglia contro gli utenti dei social media che diffondono odio nascondendosi dietro l'anonimato

Sir Elton John ha voluto esprimere la sua visione sul mondo dei social e del web e su tutte le persone che si nascondono dietro un account per offendere e sfogare la propria aggressività. Durante una puntata del suo show radiofonico Rocket Hour Elton John - recentemente tornato come ospite nell'ultimo singolo di Rina Sawayama - ha criticato fortemente tutte quelle persone che non fanno altro che diffondere odio online.

Le persone sui social crudeli perché anonime

Nell'ultimo episodio del suo show radiofonico "Rocket Hour", Elton John si è scagliato contro i troll del web che usano i social per diffondere odio e frustrazione. Un comportamento che, secondo la superstar britannica, ha una forte responsabilità nell'aver creato un mondo peggiore.

Nel corso dell'intervento Elton John ha sottolineato come questi individui non sappiano fare altro che scagliarsi contro tutto e tutti nascondendosi dietro l'impunità: "Abbiamo affrontato due o tre anni di divisioni in tutto il mondo - ha detto Sir Elton - specialmente in America, ma anche in tutto il resto del mondo. Durante il lockdown abbiamo visto i social media essere utilizzati per abusare delle persone da un punto di vista razziale. Non solo per il fatto di essere gay, ma anche per il fatto di essere di un'altra razza".

Il motivo, secondo la superstar, è appunto il fatto di potersi nascondere dietro un profilo social: "Le persone sono crudeli con i loro simili e questo è perché possono nascondersi dietro i loro messaggi social, se dovessero metterci la firma non lo farebbero. E penso che sia orribile il fatto che le persone possano scrivere in modo anonimo cose sulle persone con un diverso orientamento sessuale, religioso, politico o semplicemente fare abusi razziali".

Prendersi le proprie responsabilità

Le cose, per John, devono cambiare ed è giunto il momento che chi causa così tanto odio si prenda le proprie responsabilità: "Penso che, arrivati a questo punto, bisogna chiedersi se sia davvero il caso che la gente possa avere la libertà di postare i propri commenti online in modo anonimo. Bisogna prendersi la responsabilità delle proprie parole perché questa situazione sta spaccando in due il mondo ed è una cosa crudele".

Nel dettaglio l'artista inglese è intervenuto sull'ondata di odio razziale contro gli asiatici che ha colpito gli Stati Uniti, e non solo, dopo che la Cina è stata individuata come epicentro che ha dato il via alla pandemia da coronavirus: "La gente in America viene attaccata per essere asiatica solo a causa del COVID, voglio dire, andiamo! Ed è tutta colpa dei messaggi di odio diffuso sui social network, bisogna affrontare questa questione e fare qualcosa!".

Elton John: "I social media sono un posto crudele"

Il ritorno di Elton John accanto a Rina Sawayama

Parlando di musica, Elton John pochi giorni fa tornato a farsi sentire come ospite speciale del singolo Chosen Family di Rina Sawayama. Originariamente prodotta da Danny L Harle e scritta da Rina, Danny e Jonny Latimer, la potentissima ballad è un’emozionante ode alla famiglia LGBTQ+ che nella sua nuova veste vede anche la partecipazione del leggendario Elton John, con voce e piano.

Sulla collaborazione, Rina svela: “È stato un immenso piacere e un onore ritornare su ‘Chosen Family’ con il mitico Elton John. Questo brano significa molto per entrambi, e non dimenticherò mai quanto sia stato speciale registrarlo insieme a lui. Ho avuto i brividi quando ho sentito la sua voce e mi sono emozionata quando ha aggiunto le parti al piano. Elton è sempre stato di grande supporto, ancora prima che uscisse l’album, e quando ci siamo incontrati per registrare questo brano ci siamo intesi immediatamente. Spero che si possa sentire la magia che si è creata!”

Elton racconta: “Quando ho ascoltato ‘Comme Des Garçons’ per il mio show Rocket Hour, mi sono fermato e ho pensato ‘chi è questa?’. Mi ha rapito sin dal primo ascolto. È nata una bella amicizia, e per me è stato davvero un onore e una grande emozione duettare con Rina. È un talento straordinario. Una cantautrice e una performer incredibilmente brillante e affascinante”.