Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  06 luglio 2020

Ennio Morricone, i fan rock del Maestro

Gli omaggi di Metallica, Muse, Dire Straits, e tanti rocker influenzati dalla musica del Maestro Morricone, scomparso a Roma all'età di 91 anni.

Aveva 91 anni Ennio Morricone scomparso la scorsa notte nella sua Roma. 91 anni, una vita, una vita in cui è riuscito a imprimere nell'immaginario la sua musica e la sua anima in modo indelebile, una vita da Maestro in cui ha portato le colonne sonore cinematografiche ad un livello successivo diventando un vero punto di riferimento per gli altri compositori, i registi, i cineasti e tutti gli appassionati di musica tout court.

Una quantità enorme di lavori, quelli firmati da Morricone, che gli sono valsi numerosi premi, fino all'Oscar alla carriera del 2007 e quello del 2016 per la collaborazione con uno dei suoi più grandi fan di sempre, Quentin Tarantino, per "The Hateful Eight".  

Ma il vero potere della musica del Maestro era quello di avere una forza evocativa senza pari, una capacità di suscitare suggestioni che travalicava classe, età, provenienza di chi lo ascoltava, un suono capace di accompagnare le immagini della vita di tutti sempre e per sempre.

Tra i fan del lavoro di Ennio Morricone e di colonne sonore iconiche come quelle di "C'era una volta il West" e "Il buono, il brutto, il cattivo", c'è anche tanto, tanto rock.

Non si contano, infatti, gli artisti che, in un modo o nell'altro, hanno reso omaggio o dichiarato il proprio amore per il grandissimo compositore italiano: Metallica, Dire Straits, Muse, Roger Waters, Bruce Springsteen, Kasabian, U2 e addirittura band apparentemente molto lontane dall'epicità delle sue composizioni come Clash e Ramones.


Ennio Morricone e il rock

Il Maestro Ennio Morricone era rock, un innovatore, un uomo libero, un uomo che condivideva emozioni e forse è proprio per questo che così tanti artisti provenienti dalla scena musicale rock siano stati toccati dal suo lavoro tanto da rendergli omaggio in diversi fasi della loro carriera.

Sergio Pizzorno, mente dietro i Kasabian, ha voluto ricordare le sue origini italiane nel nome dei suoi figli - Ennio Silva e Lucio Leone - e, allo stesso tempo, tributare due dei suoi più grandi miti, Ennio Morricone e il regista a lui più legato, Sergio Leone.

Band che poco avevano in comune con l'epicità sonora del Maestro ma che ne condividevano l'emozionalità, Clash e Ramones, aprivano i loro concerti con le sue musiche.

I Muse, che invece del sound cinematografico hanno fatto un loro marchio di fabbrica, hanno più volte annoverato Ennio Morricone tra le maggiori fonti di ispirazione e quando suonano dal vivo uno dei brani più epici del loro repertorio, Knights Of Cydonia, sono soliti introdurlo con un omaggio al Maestro. Ogni volta, prima di buttarsi nell'esecuzione del brano contenuto in Black Holes And Revelations, il bassista Chris Wolstenholme suon l'armonica a bocca di 'Man With A Harmonica' dalla colonna sonora di 'Cera una volta il West'.

Anche Bruce Springsteen ha spesso introdotto i suoi concerti con la E Street Band con la musica di "C'era Una volta il West" che nel tour di "The River" veniva anche suonata come parte di uno dei capolavori del Boss, Badlands. La stessa musica è stata suonata anche da Springsteen nella compilation tributo del 2007 "We All Love Ennio Morricone".




Springsteen non è l'unico, grande artista del rock ad essere presente nella raccolta We all Love Ennio Morricone. Al suo interno, infatti, c'è anche l'ex Pink Floyd Roger Waters con una sua versione di di 'Lost Boys Calling' dal film "La leggenda del pianista sull'oceano" e i Metallica. James Hetfield infatti non ha mai nascosto il suo grande amore per le musiche di Morricone e da anni la band entra sul palco sulle note  del brano contenuto anche in questo tributo: 'The Ecstasy Of Gold' da 'Il buono, il brutto, il cattivo'.





Nel 2011 il celebre producer americano Danger Mouse fece squadra con un talento tutto italiano, il compositore Daniele Luppi, e artisti come Norah Jones e Jack White che ha prestato la voce su tre brani dell'album "Rome", omaggio proprio alle colonne sonore rese iconiche dall'opera del Maestro Morricone.


Anche gli U2 si sono più volte dichiarati fan della musica di Morricone e The Edge ha svelato che il compositore è tra i suoi artisti preferiti e decise di omaggiarlo in 'Magnificent', brano contenuto nell'album del 2009 "No Line On The Horizon".



I Dire Straits, poi, hanno addirittura aperto il loro secondo album "Communiqué" con una canzone scritta appositamente da Mark Knopfler in tributo al Maestro Morricone. Il titolo? Semplicemente "Once Upon A Time in The West", un omaggio più chiaro di così è impossibile da fare.

In un'intervista il Maestro Morricone ricordava dei vari tributi avuti da artisti rock: "Springsteen ha usato il tema di Jill da Once Upon A Time In The West, molte altre band straniere hanno reso omaggio alla mia musica, altri scelgono di rivisitare la mia musica e io lascio che lo facciano. Ricordo che i Dire Straits una volta mi hanno invitato a pranzo durante una loro data a Roma e mi ha detto che avrebbero scritto un pezzo per me. Poi so che c'è anche quell'altra band irlandese che mi hanno dedicato una canzone, gli U2. Mi fa molto piacere, mi fa capire che sono considerato in un certo senso un portavoce di un'epoca e significa che allo stesso tempo alcune delle mie opere sono entrate nella cultura popolare, anche se indirettamente."



Ennio Morricone, i fan rock del Maestro