Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  05 febbraio 2017

Finisce tra le lacrime il concerto d'addio dei Black Sabbath

A Birmingham si è chiusa la storia della band. Ultimo bis "Paranoid"

Coriandoli, palloni e fuochi d'artificio per salutare le ultime note di "Paranoid", alla Genting Arena di Birmingham. "Grazie davvero, grazie mille" è riuscito a dire un commosso Ozzy Osbourne, mentre il chitarrista Tony Iommi faceva il segno del pollice alzato. Si è chiusa così, sobriamente, la cinquantennale storia dei Black Sabbath: e non poteva finire che lì, a casa loro, con l'81mo concerto del "The End Tour" che l'anno scorso era transitato da Verona. Ad Aston, un paese nei dintorni di Birmingham, la band leggenda dell'heavy si era formata nel 1968: Iommi e il batterista William Ward avevano notato in un negozio di dischi l'annuncio di un cantante, Ozzy Zig, desideroso di formare un gruppo: garantiva amplificazione propria. "Mi ricordo quando suonavamo al Crown pub qui in città", ha raccontato Ozzy alla BBC alla vigilia dello show di commiato. "Pensavamo che sarebbe andata bene per un paio di anni, per farci qualche birra e suonare un po'. Ma era solo l'inizio della più incredibile avventura che tu possa immaginare. Mi ha permesso una vita fantastica". Possibilità di un ripensamento? "No, ci mettiamo sicuramente un punto qui. La nostra carriera ha fatto il suo tempo".


Ozzy Osbourne (Black Sabbath)

Così i fans sono venuti sin dall'Australia e dal Sudamerica per salutare i Sabbath, una macchina da guerra rock da 100 milioni di copie. Il concerto di Birmingham, durato due ore e quasi totalmente incentrato sul repertorio dei primissimi dischi, si è aperto con "Black Sabbath", il cui giro di chitarra ha dato origine al mito satanico della band, per via di quegli accordi in sequenza che nel Medioevo erano stati definiti la "Triade del diavolo", e per questo messi al bando dalla Chiesa: si credeva potessero evocare Satana. Poi la galoppata verso "Paranoid", e l'ideale sipario calato su una storia irripetibile.

Black Sabbath "Paranoid" Live in Birmingham - May 19, 2012

Black Sabbath "Paranoid" Live in Birmingham - May 19, 2012