Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  10 febbraio 2021

France Football stila la classifica dei 10 calciatori dal talento sprecato

La rivista francese France Football ha stilato la classifica dei 10 calciatori che maggiormente hanno sprecato il proprio talento. Al primo posto il 'nostro' Antonio Cassano

A volte un grande talento può non bastare per affermarsi pienamente, per raggiungere il top delle possibilità e questo è vero nella musica come nello sport. A questo proposito il noto magazine francese France Football ha stilato una classifica dei dieci maggiori talenti sprecati nella storia del calcio, un omaggio ai grandi calciatori che sarebbero potuti diventare dei veri campioni ma sono stati frenati dal loro carattere ribelle.

Un calcio romantico

La figura del calciatore ribelle, quello che rincorreva un pallone indirizzato da genio e sregolatezza, è sempre stata un po' l'immagine cardine del calcio romantico, di uno sport che non c'è più, crollato sotto i colpi del business. Del resto lo sportivo professionista e il calciatore nello specifico, è per certi versi la figura più vicina a quella della rockstar. Non la stella del cinema che il giudizio dello spettatore lo subisce solo attraverso una pellicola, ma il calciatore che entra nell'arena e inizia a giocare esaltato e reso vittima allo stesso tempo dal suo talento affrontando la pressione di migliaia di persone urlanti è esattamente ciò che avviene ad un artista che sale sul palco.

Proprio agli interpreti di questa visione fatta di grandi qualità ma anche di occasioni perse irrimediabilmente, la celebre rivista sportiva francese France Football ha voluto dedicare uno speciale stilando una classifica dei maggiori talenti sprecati scesi nel campo da gioco.

La classifica di France Football

All'ultimo posto della classifica stilata da France Football per indicare i maggiori talenti sprecati del calcio c'è una conoscenza dei tifosi italiani, ovvero Adriano Leite Ribeiro, meglio noto come "L'imperatore" Adriano attaccante brasiliano di sicuro talento che ha militato in diverse formazione della Serie A. Parma, Roma e, soprattutto, Inter dove dal 2004 al 2008 a messo a segno 44 reti per poi perdersi, nel corso degli anni, in un vortice fatto di dipendenza ed alcolismo.

Percorso simile anche per il numero nove in classifica, Andy Van Der Meyde, calciatore olandese anche lui passato in Italia all'Inter dal 2003 al 2005 che France Football mette un gradino sotto Nicolas Anelka. Con la sua Francia Anelka vinse gli Europei del 2000 dove era arrivato facendo un percorso che lo aveva portato dal PSG al successo con l'Arsenal e poi il Real Madrid. Da lì in continuo girovagare tra squadre di tutto il mondo: Manchester City, Fenerbahce, Chelsea e anche - brevemente - Juventus per finire la carriera da calciatore ingloriosamente al Mumbay City a soli 35 anni.

Salendo nella classifica si trovano il centravanti nigeriano Rashidi Yekini, Pallone D'Oro Africano nel 1993, il bulgaro ex Bayer Leverkusen Dimitar Berbatov e Antonio Valentin Angelillo, argentino dell'Inter di fine anni '50.

Il podio dei talenti sprecati

Salendo fino alle prime tre posizioni, sul gradino più basso del podio nella classifica dei talenti sprecati stilata da France Football c'è Stan Bowles, calciatore inglese idolo dei londinesi del QPR negli anni'70. Grande talento ma anche vita spericolata fatta di bevute, donne e gioco d'azzardo.

Ancora Inghilterra per il secondo posto, una vera icona del calcio ribelle, Paul 'Gazza' Gascoigne. Un talento enorme, messo in mostra anche con la maglia della Lazio a metà degli anni '90, ma anche una personalità difficile, un disagio che arriva da dentro e che più di una volta lo ha messo nei guai rendendolo uno dei personaggi più controversi ed estremi ad aver mai varcato i cancelli di uno stadio.

No italiani possiamo prenderci il merito, però di aver piazzato un nostro 'figlio' al primo posto e non poteva essere altri che lui: Antonio Cassano. Secondo France Football, infatti, è proprio il barese il talento calcistico maggiormente sprecato nella storia, un talento enorme che è stato spesso gestito male, tra scherzi, litigi e le proverbiali 'cassanate'. Il suo Bari, l'Inter, la Roma di Totti, la chance sprecata con il Real Madrid, il Milan, la sua 'casa genovese' della Sampdoria, tante maglie, tantissimo talento espresso sempre a metà.

Proprio ai "Ribelli dello Sport" Radiofreccia ha dedicato una nuova serie di podcast con Nessuno e Paolo Pacchioni. Il primo episodio, "Calciatori sopra le righe",  andrà in onda giovedì 11 febbraio dalle 16.00 su Radiofreccia, anche al 258 del Digitale Terrestre e al 738 di Sky. 

France Football stila la classifica dei 10 calciatori dal talento sprecato