Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  16 gennaio 2020
di Nessuno
Nessuno

Hall of Fame, Trent Reznor: "Il rock si fa anche con i synth"

Il commento del frontman dei Nine Inch Nails alle inclusioni nell'olimpo del rock n' roll.

Depeche Mode, Whitney Houston, T-Rex, Notorious B.I.G., The Doobie Brothers e Nine Inch Nails sono i nomi degli artisti che verranno celebrati a Cleveland nell'annuale cerimonia di introduzione nella Rock n' Roll Hall of Fame.

Trent Reznor, il frontman dei NIN, si è dichiarato scioccato dal traguardo raggiunto nonostante ci fossero i requisiti già dal 2014, anno in cui il loro primo lavoro 'Pretty Hate Machine' ha compiuto 25 anni.

Nel corso di un'intervista telefonica a Rolling Stone ha dichiarato:

"Se ripenso all’accoglienza che hanno ricevuto i Nine Inch Nails, è sempre sembrato che il gruppo fosse in un limbo, che non appartenesse a nessuna categoria. Non so se era un meccanismo di difesa, ma ho sempre pensato che saremmo rimasti in quel limbo [...]. Ho sempre pensato che il concetto di Rock and Roll Hall of Fame fosse assurdo. In un certo senso lo è davvero; è surreale cercare di quantificare qualcosa di così grande come la musica, e farlo aggiunge un elemento competitivo. Si trasforma in un gioco, ed è una cosa difficile da razionalizzare."

Il 54enne polistrumentista americano, da poco padre del terzo figlio, ha poi aggiunto che è assurdo pensare ad una Hall of Fame senza al suo interno nomi rilevanti come Kraftwerk, Todd Rundgren, Joy Division, New Order, Gary Numan.

I Nine Inch Nails sono sempre stati bandiera di un suono ruvido e sperimentale fatto di synth e chitarre altamente distorte. Trent Reznor, nel corso dell'intervista, appare contento di una rivalutazione di questa cifra sonora.

"Per me la cosa importante è lo spirito del rock and roll. Rock non significa basso, batteria e chitarra. Ci può essere un giradischi, un computer, un sintetizzatore… sono solo attrezzi. È lo spirito d’espressione, la libertà, l’assenza di limiti. Questa è la mia interpretazione del significato del rock, e l’assegnazione di questo premio non dovrebbe dipendere da che strumento suoni."


Hall of Fame, Trent Reznor: "Il rock si fa anche con i synth"