Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  04 novembre 2020

Iron Maiden, Adrian Smith:"Nessuno come Eddie Van Halen ed Hendrix"

Il chitarrista dei Maiden omaggia Eddie Van Halen. La band pubblicherà il prossimo 20 novembre il doppio album live da Mexico City

Quando i momenti dedicati alla musica dal vivo sono sempre più difficili da trovare tutto quello che ci resta, in attesa di tornare sotto un palco, sono i ricordi di quando si poteva ancora pogare e sudare al ritmo assordante delle chitarre. Una buona scusa per tenere alta l'asticella della nostalgia è sicuramente il prossimo album dal vivo degli Iron Maiden in uscita il prossimo 20 novembre: " Nights Of The Dead, Legacy Of The Beast: Live In Mexico City".

La leggendaria band heavy metal inglese che, dopo lo stop causato dal coronavirus, ha previsto il ritorno live per il prossimo anno con l'unica data italiana al Bologna Sonic Park, ha annunciato un mese fa la pubblicazione di un nuovo doppio album live dal quale ha già pubblicato due estratti.

Intanto il chitarrista degli Iron Maiden Adrian Smith, che ha pubblicato di recente il libro 'Monsters Of River And Rock' dedicato alle sue due più grandi passioni, la musica e la pesca, ha voluto ricordare in un'intervista il grande Eddie Van Halen.


Adrian Smith e il ricordo di Van Halen

Il chitarrista degli Iron Maiden è stato intervistato da The Metal Voice e ha ricordato l'importanza del compianto Eddie Van Halen paragonandolo al solo Jimi Hendrix.

"Probabilmente lui e Jimi Hendrix, di sicuro tra quelli che ho potuto vivere, hanno avuto un impatto sulla chitarra elettrica come nessun altro. Amavo il modo di suonare di Eddie anche se, quando venne fuori, avevo già iniziato a suonare da cinque o sei anni. Se avessi avuto modo di iniziare quando lo ascoltai per la prima volta lo avrei semplicemente copiato, come ha fatto il 99 per cento degli altri chitarristi. Era fantastico e mi sarebbe piaciuto incontrarlo. Ci sono andato vicino un paio di volte ma non ci sono mai riuscito. Amavo il soun della sua chitarra. Se avessi una chitarra e un amplificatore e dovessi semplicemente cercare di trovare un sound giusto, probabilmente userei il suo come punto di riferimento".

Nights Of The Dead

Con un artwork ispirato al Paese che ha fatto da scenario per le registrazioni, il Messico, arriva il 20 novembre “Nights Of The Dead - Legacy Of The Beast, Live in Mexico City”: un doppio album registrato durante tre concerti del "Legacy Of The Beast Tour" nel 2019.

Quando abbiamo dovuto cancellare l’ultima parte del nostro “Legacy Tour 2020” l’estate scorsa a causa della pandemia COVID, eravamo tutti molto dispiaciuti ed amareggiati e sapevamo che anche i nostri fan si sentivano così”, commenta Steve Harris, bassista e membro fondatore degli Iron Maiden. “Ci siamo subito mossi per riportare lo show in più Paesi possibili e, sebbene fossimo riusciti a ri-schedulare per il 2021 la maggior parte degli appuntamenti europei, abbiamo anche pensato di ascoltare le registrazioni del tour fatte fino a questo momento per capire se avremmo potuto creare l’album live definitivo, un ricordo per tutti i nostri fan. Sono molto felice del risultato, soprattutto per quanto riguarda i brani inclusi, alcuni dei quali mai pubblicati prima in un album live, come ‘For The Greater Good Of God’ e altre vecchie glorie come ‘Where Eagles Dare’, ‘Flight Of Icarus’, ‘The Clansman’ e ‘Sign Of The Cross’, che da tempo non suonavamo live.

Non avevamo mai pubblicato un album live dal Messico e penso che queste registrazioni diano giustizia alla passione e alla gioia dei nostri fan messicani, sempre pronti a darci un grandissimo benvenuto ogni volta che suoniamo dalle loro parti”.

“Tutti gli show, fino a questo momento, sono stati grandiosi e i fan hanno adorato l’intera produzione del Legacy Tour e la scelta dei brani presentati live”, aggiunge Rod Smallwood, manager dei Maiden. “Quando le rimanenti date del 2020 sono state cancellate, mettere insieme un album live sembrava la cosa ovvia da fare e penso che Steve, con il supporto del produttore Tony Newton, abbia catturato alla perfezione l’essenza e l’energia degli oltre 70.000 fan presenti in queste tre incredibili serate a Città del Messico. L’album è sia una celebrazione di questo tour, già visto da oltre due milioni di fan, sia un assaggio della fase finale del tour in programma il prossimo anno”.

Dopo aver dato un assaggio con 'Aces High', è uscito nei giorni scorsi anche 'Sign Of The Cross' dal live a Mexico City brano contenuto in "The X Factor", album del 1995 che alla voce vedeva Blaze Bayley che prese il posto di Bruce Dickinson durante la 'pausa di riflessione' dell'attuale cantante.



Questa la tracklist di Nights Of The Dead


1. Churchill’s Speech

2. Aces High

3. Where Eagles Dare

4. 2 Minutes To Midnight

5. The Clansman

6. The Trooper

7. Revelations

8. For The Greater Good Of God

9. The Wicker Man

10. Sign Of The Cross

11. Flight Of Icarus

12. Fear Of The Dark

13. Iron Maiden

14. The Number Of The Beast

15. The Evil That Men Do

16. Hallowed Be Thy Name

17. Run To The Hills


I nuovi inediti

Intanto Il cantante degli Iron Maiden ha pubblicato circa un mese fa un video in cui lascia intendere che la band è al lavoro su un nuovo album di inediti. La clip si apre con lui intento a leggere Monsters Of River And Rock, il libro su musica e pesca pubblicato dal chitarrista della band Adrian Smith. Nel messaggio Dickinson, con indosso mascherina e una camicia tropicale a tema Eddie, parla di come il coronavirus abbia fatto "Passare un periodo torrido a tutto il mondo, Maiden inclusi" e di come avessero piani per il tour che purtroppo non è stato possibile rispettare. Però non temete perché, come aggiunge il buon Dickinson, nel frattempo hanno trovato il modo di tenersi impegnati: "Abbiamo scritto con Steve, abbiamo lavorato insieme in studio ma non posso dirvi su cosa altrimenti mi ucciderebbero".


La nuova data degli Iron Maiden in Italia

La nuova data degli Iron Maiden si terrà il 24 giugno 2021 sempre all'Arena Parco Nord di Bologna

Tutti i biglietti acquistati per il concerto degli Iron Maiden a Bologna rimangono validi anche per la nuova data del 24 giugno 2021. Per maggiori informazioni e aggiornamenti rimanete connessi sui canali di Bologna Sonic Park e Vertigo Concerti.

Confermati anche i gruppi di supporto inizialmente previsti.

A salire sul palco con gli Iron Maiden, anche nel 2021 ci saranno Airbourne e Lord of The Lost.

Radiofreccia è la radio partner dell'evento.


Iron Maiden, Adrian Smith:"Nessuno come Eddie Van Halen ed Hendrix"