Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  19 giugno 2019

Jack White: "Triste che alle persone serva qualcuno che vieti smartphone"

Il musicista di Detroit ha parlato del suo divieto di cellulari ai concerti. Venerdì esce il nuovo album dei The Raconteurs

Che sia da solo o con i Raconteurs, Jack White è famoso per il suo essere del tutto allergico all'utilizzo degli smartphone durante i concerti tanto che, durante il suo ultimo tour solista, si era anche affidato a una tecnologia per schermare e, di fatto, sequestrare i dispositivi all'interno di tutta l'area concerto.

In un'intervista a Channel 4 News in occasione dell'uscita questo venerdì del nuovo album dei The Raconteurs "Help Me Stranger", il rocker americano ha parlato del suo rapporto conflittuale con i cellulari: "Per uno come me che è uno dei pochi a non possedere un cellulare è abbastanza bizzarro camminare per strada e vedere tutti quanti con la testa sullo schermo. Non ne ho mai avuto uno quindi, quando sono in giro sono un'anomalia e guardo tutti. Mi sembrano tutti stupidi. Poi te ne freghi, del resto è la loro vita. Chi lo sa? Forse sarà tutto così per sempre, nessuno può saperlo. Magari si evolverà in una protesi o in un microchip messo dietro il bulbo oculare o chissà cosa".

A proposito dei suoi divieti: "Per prima cosa pensavo fosse un grande progetto artistico per vedere se la gente pensasse fosse figo, divertente o solo una nuova esperienza. Quasi come una escape room o qualcosa del genere. In un primo momento pensavamo che qualcuno potesse arrabbiarsi al punto da chiedere un rimborso. Con gran sorpresa tutti hanno amato la cosa. Lo facciamo da oltre un anno ed è assurdo vedere quante persone abbiano apprezzato. Quindi significa che per non usarlo davvero hai bisogno di qualcuno che ti dica di non farlo? Trovo sia triste, anche se è facile per me dirlo visto che non ho questa dipendenza. Se non riesci a decidere di smettere di bere per un giorno, ha una dipendenza così forte su di te che è triste. In questo caso è la stessa cosa, se non puoi mettere giù quell'aggeggio per un'ora e provare l'esperienza della vita in un modo reale è triste. Forse è ancora più triste che tu abbia bisogno di qualcuno che ti dica di farlo, che non hai voluto farlo in modo naturale da solo. Per il 90% si tratta di mostrare ciò che stai facendo agli altri che non possono farlo. Competizione, voyeurismo, gelosia, sono caratteristiche umane molto vuote, mostra che se una cosa non sta succedendo in quel momento non è degna di essere. Credo sia senza senso e triste."

Il tema è particolarmente di attualità considerando la cronaca recente che ha visto prima Rob Halford dei Judas Priest e poi Tom Morello letteralmente calciare via dalle mani gli smartphone di due sfortunati fan durante i loro concerti.

Jack White: "Triste che alle persone serva qualcuno che vieti  smartphone"