Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  06 febbraio 2020

Jethro Tull, per Ian Anderson la reunion è rischiosa

In un'intervista a Classic Rock il frontman della band prog esprime le sue perplessità

Ian Anderson è poco convinto di una reunion con i compagni di band nei Jethro Tull. Il cantante e flautista scozzese ha parlato con Classic Rock esprimendo le sue perplessità sulla possibilità di ricongiungersi con gli altri membri dei Jethro Tull: "Diventerebbe un palco affollato in maniera orrenda, e nella gran parte dei casi vecchi membri della band non suonano più o non lo fanno da tanti anni. Sarebbe rischioso".
Dalla pubblicazione del primo album, "This Was" del 1968, i Jethro Tull hanno cambiato decine di musicisti e l'unica formazione davvero stabile è durata meno di 4 anni: dal 1971 al 1975. Durante quel periodo i Jethro Tull hanno pubblicato alcuni dei loro album più rappresentativi de di maggior successo come "Aqualung" e "Thick As A Brick".
"Mi sono sempre sentito in modo strano all'idea di rimettere insieme la vecchia band - dichiara Anderson proprio a proposito della poca stabilità dei membri - perché di quale versione della band stiamo parlando? Scegliere una persona invece di un'altra significherebbe fare del favoritismo e io non ho delle preferenze".

Chi è sul palco, comunque, è un elemento relativo per Anderson perché in questo caso ciò che conta è la musica:"Se quello che portiamo dal vivo è uno show composto completamente da repertorio dei Jethro Tull, io sento che si tratta dei Jethro Tull. Se qualche anno fa andavate a cercare la pagina della band su Wikipedia parlava di noi al passato. Ora quel tempo verbale è scomparso, a causa di qualche forzato riconoscimento che i Jethro Tull sono ancora in attività".
Del resto, l'arte è eterna e questo vale anche per la formazione prog di 'Aqualung': "Ho sempre sostenuto che i Jethro Tull non siano finiti, così come i Beatles. I Beatles continuano a vendere ancora milioni di dischi e canzoni. La cosa gloriosa che riguarda il mondo dell'intrattenimento è che il tuo lavoro ti supera e vive per sempre anche dopo di te".
Ian Anderson sarà in tour in Italia con la formazione attuale dei Jethro Tull il 25 marzo al Teatro Colosseo di Torino e il 27 marzo al Teatro Galleria di Legnano (MI) .

Jethro Tull, per Ian Anderson la reunion è rischiosa