Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  07 settembre 2021

Led Zeppelin, la nascita della band durante il tour scandinavo

Il 7 settembre 1968 in un piccolo club di Gladsaxe, Danimarca, Jimmy Page saliva sul palco con tre ragazzi sconosciuti. Sarebbero diventati i Led Zeppelin

Il 7 settembre del 1968 prendeva realmente il via l'avventura dei Led Zeppelin con il tour scandinavo che in quel giorno partiva dal Gladsaxe Teen Club, in Danimarca.

I Led Zeppelin prima dei Led Zeppelin

Quando i Led Zeppelin si imbarcarono in quello che era il loro primo tour, il celebre tour scandinavo del 1968, erano i Led Zeppelin senza esserlo, allo stesso tempo.
Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones e John Bonham erano sì impegnati per la prima volta insieme on the road ma le date furono il frutto degli impegni presi precedentemente da Page mentre era ancora il chitarrista dei Yardbirds.

Ed è così che quella che, di fatto, era una band nuova di zecca, si imbarcò per 12 date in Europa del Nord adottando, a seconda degli accordi, ora il nome di Yardbirds, ora di The New Yardbirds.

Ed è così che la formazione che avrebbe cambiato per sempre la storia del rock si presentò al Gladsaxe Teen Club, nei pressi della capitale danese di Copenhagen.
Una vera e propria prova sul campo che aiutò a cementare un rapporto che, seppure agli inizi, sembrava avere un'alchimia tutta particolare.
E pensare che alcuni dei fan accorsi a vedere lo spettacolo rimasero anche delusi da questi nuovi Yardbirds, visto che l'unico membro della formazione originale era proprio Page ma, questo non potevano saperlo, stavano assistendo al debutto live assoluto di una delle più grandi band della storia.

A vedere il concerto in quel locale ricavato all'interno della Egegard School nella periferia di Copenhagen c'erano poco più di un migliaio di ragazzi. Tra di loro anche alcuni fortunatissimi volontari che riuscirono ad assistere alle prove fatte per tutto il pomeriggio all'interno della scuola da quelli che sarebbero diventati i Led Zeppelin.

Bravi quanto i vecchi Yardbirds

Quello che è certo è che fu uno show davvero ad altissima temperatura, almeno a giudicare dalle foto delle serata e dal ricordo di John Paul Jones che, tra tutte le cose, ha in mente la quantità di sudore versato durante il concerto:"Come si capisce dalle foto faceva incredibilmente caldo e i vestiti che avevamo erano decisamente troppo caldi per la situazione, tanto è vero che me ne sono liberato poco dopo. Del resto nei Led Zeppelin nessuno diceva all'altro cosa avrebbe indossato e allora succedeva che tre si presentavano in jeans e felpa e uno in giacca e cravatta, è sempre stato così".

Il concerto venne pubblicizzato dal Teen Club Nyt, il giornale mensile del Gladsaxe Teen Club, il mese prima dell'evento e sulle stesse pagine Bent Larsen, che si occupava delle recensioni, avrebbe poi scritto: "Il gruppo inglese dei Yardbirds ha fatto le prove dello show per gran parte del pomeriggio e quindi, quando sono saliti sul palco, erano già riscaldati e pronti a dare il massimo. La loro performance è stata perfetta e la loro musica è rimasta nelle orecchie di tutti un bel po' di tempo dopo aver chiuso il sipario.

Voglio fare un elogio in particolare a Jimmy Page, che ha fatto un lavoro eccezionale con questi tre nuovi ragazzi. Sono andati alla grande e specialmente un assolo di Page ha provocato un enorme applauso. Possiamo quindi concludere che i nuovi Yardbirds sono bravi almeno quanto quelli vecchi".

Led Zeppelin, la nascita della band durante il tour scandinavo

ll ricordo di Jorgen Angel

Tra le figure fondamentali di quella serata, un ragazzo di nome Jorgen Angel, fotografo ufficiale del locale che si trovò al posto giusto nel momento giusto e riuscì ad immortalare l'incandescente esordio dal vivo dei Led Zeppelin usando la macchina fotografica di sua madre.

Per una sera la pellicola non si fece impressionare dagli scenari da vacanza estiva della signora ma da quattro ragazzi che impressionanti lo erano davvero, testimoniando uno dei momenti più importanti nella storia del rock.

"Ero esaltato all'idea di fotografare i Yardbirds ma quando qualcuno mi ha chiesto se andassero pubblicizzati come The Yardbirds o The New Yardbirds mi sono insospettito" - ha detto Angel in un'intervista - "Prima ancora che arrivasse il giorno del concerto ero deluso, mi aspettavo fosse una truffa, mi sarei trovato uno dei Yarbirds e tre sconosciuti".

La delusione del giovane fotografo, però, fu spazzata via dalle prime note dei futuri Led Zeppelin: "Ricordo che fu un grande show, anche se all'inizio eravamo tutti un po' dubbiosi, anche perché era tutto così diverso da quello a cui eravamo abituati. Non si trattava di una band che stava lì e suonava, erano tutti molto estroversi. Scattai delle foto ma, purtroppo, la pellicola si è danneggiata nel corso degli anni. Per farle utilizzai la macchina fotografica che mia madre usava in vacanza e il vecchio flash di mio padre, perché sul palco non c'erano riflettori ad aiutarmi".

Nonostante i dubbi iniziali, Jorgen fu stregato da quei quattro fenomeni e da allora è rimasto fan della band che, solo un anno dopo, riuscì a scattare nuovamente sempre al Gladsaxe entrando anche nel camerino.

Quella volta il nome in cartellone non lasciava spazio a dubbi, si trattava dei Led Zeppelin.