Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  01 giugno 2021

Led Zeppelin, Plant e il suo 'odio' per Stairway To Heaven

La cantante delle Heart racconta di quando Robert Plant le rivelò il suo 'odio' per Stairway To Heaven

La cantante delle Heart Nancy Wilson ha parlato di quando il leggendario frontman dei Led Zeppelin Robert Plant le rivelò i suoi sentimenti sulla loro 'Stairway To Heaven', una delle canzoni più 'sacre' nella storia del rock.

Plant odiava Stairway To Heaven

La rocker ha raccontato di quando cantò 'Stairway To Heaven' nel dicembre del 2012 alla cerimonia per il Kennedy Center Honors in cui Barack Obama tributò i Led Zeppelin premiandoli con il premio riservato agli artisti che maggiormente hanno contribuito alla cultura americana .
Parlando con Eddie Trunk, la Wilson ha raccontato di aver incontrato tutti i membri dei Led Zeppelin dopo lo show e di essere rimasta colpita dall'opinione espressa da Robert Plant su 'Stairway To Heaven': "Andò tutto alla grande - racconta la cantante delle Heart - e dopo lo show ognuno dei Led Zeppelin venne da noi singolarmente. John Paul Jones si complimento per il lavoro fatto, Jimmy Page ci disse che avevamo suonato alla grande. Robert Plant mi rivelò di odiare ormai la canzone, proprio perché tutti quelli che provano a farla la uccidono, ma noi le avevamo reso giustizia".



Stairway To Heaven al Kennedy Center Honors

La serata vide salire sul palco Nancy e Ann Wilson delle Heart per un'esibizione che colpì ed emozionò profondamente i Led Zeppelin. Un momento reso ancora più indimenticabile dal fatto che con loro alla batteria c'era Jason Bonham, figlio dell'indimenticato batterista John Bonham: "Era un ragazzino che scorrazzava per la sala prove quando registravano. Un ragazzino che è cresciuto con loro, come se fosse loro nipote - ha detto la Wilson - quindi sono sicura che la loro reazione così emotiva sia stata dettata anche da quello".

Una reazione avuta nonostante la difficoltà di riuscire a suonare un brano così difficile, anche a causa del clima. "Quel giorno faceva freddissimo a Washington - ha detto l'artista a proposito dell'unica prova fatta - Avevo le mani ghiacciate quando siamo riuscite ad entrare in sala prove con il coro e gli altri musicisti. Quindi ci siamo detti ok, andiamo e suoniamo Stairway To Heaven, iniziate. Quando attacco riesco a stento a cantarla perché faceva freddissimo. Ma poi ho detto no, tranquilli, ce la faccio, l'ho cantata letteralmente per tutta la mai vita. Quando sono salita sul palco li ho guardati negli occhi, ho fatto un grande respiro e ho cominciato a cantare".

Led Zeppelin, Plant e il suo 'odio' per Stairway To Heaven

L'archivio di Robert Plant

Pochi giorni fa Robert Plant ha intanto rivelato di aver trascorso i mesi in lockdown a catalogare il suo archivio. Un vero tesoro per tutti gli appassionati dei Led Zeppelin e del rock composto da registrazioni inedite e materiale di archivio di ogni tipo, inclusi documenti particolari.

Tra gli oggetti catalogati dal cantante dei Led Zeppelin anche una lettera che sua madre gli aveva inviato quando aveva lasciato casa per cantare con i Led Zeppelin invitandolo a mollare quella vita e tornare in paese per cercarsi un lavoro vero come contabile: "La cosa mi ha fatto pensare a quanto fosse un azzardo in quei tempi mandare tutto all'aria e buttarsi in un'avventura del genere dicendo solo 'scusate ma devo farlo'. Sono tornato a casa solo quando mi sono fidanzato e ho presentato ai miei genitori la mia futura moglie. La cosa divertente è che ho aperto quella busta per la prima volta pochi mesi fa".

Per poter aver accesso a tutto questo, però, bisognerà attendere il più tardi possibile, o almeno si spera. La volontà del cantante dei Led Zeppelin, già trasferita anche ai figli, è infatti quella di rendere disponibile tutto gratuitamente, una volta che sarà morto :"Solo per poter vedere quante cose sciocche sono state fatte dal 1966 ad oggi".