Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  06 ottobre 2020

Led Zeppelin, ultimo capitolo della disputa per Stairway To Heaven

La Corte Suprema non ha voluto riaprire la disputa legale tra Led Zeppelin e Spirit

Lunedì la Corte Suprema degli Stati Uniti ha preso la decisione di non riaprire il caso che vede coinvolti i Led Zeppelin e per la disputa legale relativa a Stairway To Heaven accusata di essere un plagio del brano degli Spirit Taurus.

La decisione della Corte

Dopo l'avvio di una petizione creata per cercare di riportare in vita il caso chiuso già a marzo a favore dei Led Zeppelin, la Corte Suprema ha deciso di esprimersi ancora una volta a favore della leggendaria rock band britannica e negare che si tornasse sulla questione. La corte si è infatti espressa per rifiutarsi di sentire ulteriori argomenti che cercassero di riportare di nuovo in vita la disputa che ha visto coinvolti Jimmy Page e Robert Plant dal 2014 per il plagio dell'intro di quella che è forse la canzone più celebre dei Led Zeppelin.

La corte ha ribaltato la cosiddetta "inverse ratio rule", un precedente che ha governato i casi di copyright nel 9 ° Circuito negli ultimi 43 anni e che prevede che, per dimostrare la violazione del copyright, un soggetto deve dimostrare che il presunto autore della violazione abbia avuto accesso al lavoro dell'accusatore e che le due opere siano 'sostanzialmente simili'.

La regola sosteneva che maggiore era l'accesso, minore era la somiglianza necessaria per stabilire l'infrazione. La regola è stata una spina nel fianco degli imputati - comprese le etichette discografiche e gli artisti più importanti - per decenni. Ribaltando la regola, la corte d'appello ha osservato che l'idea di "accesso" si è attenuata nell'era digitale, poiché milioni di opere sono prontamente disponibili sulle piattaforme di streaming.

La causa

La causa è stata intentata nel 2014 dal giornalista Michael Skidmore per conto del frontman degli Spirit Randy Wolfe, dopo aver perso il primo processo Skidmore si è appellato alla Corte del 9° circuito. Dopo una prima vittoria dei Led Zeppelin nel 2016 il caso è stato riportato in tribunale su appello nel 2018 e, nel marzo del 2020 la Corte si è espressa confermando il primo verdetto che vedeva vittoriosi i Led Zeppelin.

Ora, rifiutandosi di riaprire il caso, ha messo definitivamente una croce sulla questione.

La ristampa di Immigrant Song

In occasione dei 50 anni dalla pubblicazione di Led Zeppelin III che usciva il 5 ottobre del 1970, la band ha annunciato la ristampa della versione giapponese di uno dei rari singoli della band, 'Immigrant Song' con la traccia non inclusa nell'album 'Hey, Hey, What Can I Do' su vinile limitato a 19.700 copie e inserito in una custodia che replica l'artwork originale. Il singolo sarà pubblicato il 15 gennaio 2021 e potrà essere preordinato su www.ledzeppelin.com a partire da giovedì 8 ottobre.

I Led Zeppelin, che con il terzo lavoro in studio ampliarono ulteriormente lo spettro sonoro della loro musica, seguivano una policy che prevedeva la pubblicazione di soli album e nessun singolo. La prima volta che venne presa in considerazione la cosa fu proprio con il singolo di Immigrant Song che in una prima fase si pensò di far uscire per il mercato britannico un mese dopo la pubblicazione dell'album. La decisione venne poi accantonata e si limitò a essere seguita solo per l'estero pubblicandolo, tra i pochissimi 45 giri dei Led Zeppelin, negli Stati Uniti e in Giappone.


Led Zeppelin, ultimo capitolo della disputa per Stairway To Heaven