Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  15 ottobre 2017

Liam Gallagher - "As You Were"

Semplicità, palla lunga e pedalare nel debutto solista dell'ex Oasis

La campagna promozionale per il lancio del debut album di Liam Gallagher "As You Were" è, in qualche modo, partita molti mesi fa con l'ex frontman degli Oasis che ha intasato l'etere di tweet, dichiarazioni e invettive sparse, tutte concluse con la magica formula che dà il titolo all'album. In mezzo ci sono stati i fatti di Manchester, anche lì pretesto per attaccare il fratello maggiore Noel che a sua volta ha lanciato il nuovo singolo a nome Noel Gallagher's High Flying Birds, 'Holy Mountain', a soli tre giorni dalla pubblicazione di "As You Were". Sembra di essere finiti in un buco spazio temporale, catapultati di peso negli anni '90, con i volti dei Gallagher sbattuti ovunque, in qualsiasi pubblicazione, TV o sito del mondo; una dimostrazione di forza e comunicazione impressionante che sottolinea una volta di più che il mondo del rock ha ancora bisogno di bizzosi signori di mezza età per mostrare un'iconografia degna della storia.

Intanto in Gran Bretagna Liam si è piazzato subito dritto al primo posto, vendendo più copie di tutta la restante Top 10 combinata e battendo il record di vinili venduti in una settimana negli ultimi 20 anni con 16.000 copie. Nelle rilevazioni di metà settimana della Official Chart "As You Were" superava già tutti gli altri album in TOP 20 sommati, totalizzando cifre superiori a qualsiasi disco andato prima in classifica dall'uscita di "÷" di Ed Sheeran (Marzo 2017) e questo la dice lunga sull'attesa.

Ma in fin dei conti "As You Were" che disco è ? Divisivo sicuramente, come ci si poteva aspettare: dopo lo scioglimento degli Oasis in molti fan hanno preso a schierarsi, del resto il barricarsi in trincea è un'usanza alla quale erano ben abituati, andando o con Liam o con Noel, addossando colpe per la fine dell'idillio e prendendo le rispettive carriere di mira. In un certo senso il primo round era stato portato a casa da Noel perché, pur essendo di fatto degli Oasis meno il cantautore principale, i Beady Eye mancavano di qualcosa, di molto in realtà, per lasciare tracce indelebili e rendevano la vita sin troppo facile ai Noel Gallagher's High Flying Birds forti della scrittura di Gallagher Sr e una maggiore costruzione dei brani. A questo giro sembra essersi creato uno strano cortocircuito con Liam che ci ha messo la faccia, costringendo la gente a dover attaccare lui in prima persona, e un album più solido di qualsiasi cosa abbia mai fatto nel post Oasis (e anche prima a sua firma), senza guizzi di originalità - del resto anche ai microfoni di Radiofreccia Liam si è chiamato in causa ancora una volta come 'classic guy' - ma scritto e prodotto su misura per lui, con dei buoni pezzi, bei ritornelli e tutto quello che un fan degli Oasis si potrebbe aspettare da lui. La passione smodata per i Beatles, Lennon in particolar modo, è presente in tutto "As You Were" e fa capolino anche nei testi ( ad esempio 'Happiness i still a warm gun' in 'Chinatown' , 'Stone cold, Helter Skelter' in 'You Better Run' e addirittura riferimenti a Beatles, Harrison e a una frase letta nella cucina di Yoko Ono in 'I've All I Need' Ndr), ma ci sono anche richiami a The La's, Kinks e a tutto lo scibile della tradizione britannica, niente di più, niente di meno. La collaborazione con firme da urlo come Greg Kurstin - sempre più nella scia di Ronson come hitmaker - ha dato al 'classic guy', che per inciso ha una voce come non suonava da tempo, il giusto manto di contemporaneità mantenendo un sound tradizionale.

I brani si dividono principalmente tra rock elementare e ballatone ma, se nel primo caso la riuscita è un po' altalenante, certo il primo singolo 'Wall Of Glass' è valido, così come la leggera psichedelia di 'I Get By' e 'Doesn't Have To Be That Way', è quando si abbassano i toni che aumenta la qualità con singalong come 'For What It's Worth' e 'Chinatown' che, piaccia o meno, restano in testa. La semplicità di "As You Were" è allo stesso tempo croce e delizia ma , complice anche il ritorno spiazzante di Noel con il pop glam psicotico di 'Holy Mountain' che ha fatto storcere il naso a qualche 'madferit', rischia di segnare un clamoroso 1-0 o quantomeno rendere interessante fino all'ultimo minuto l'eterno match tra i fratelli di Manchester. 

Liam Gallagher - "As You Were"

Liam Gallagher - Wall Of Glass (Official Video)

'Wall Of Glass' the debut solo single from Liam Gallagher