Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  29 settembre 2020

Mariah Carey e la svolta grunge

Mariah Carey ha svelato di aver registrato un disco alternative rock mentre lavorava all'album del 1995 "Daydream"

Cosa ci fa Mariah Carey sulle pagine di radiofreccia.it ? Voce fantastica, certo, una vera e propria istituzione della musica natalizia che con il diminuire delle temperature è meglio iniziare a sghiacciare, sì, un'icona pop degli anni '90 di sicuro ma rock non è esattamente il primo aggettivo che viene in mente pensando all'artista originaria di New York.

Le Chick e l'album alternative rock di Mariah

Mariah Carey pubblica oggi un nuovo libro che racconta la sua vita dal titolo "The Meaning Of Mariah Carey" e quello che ci interessa non è tanto il significato che si nasconde dietro la sua voce quanto un bizzarro aneddoto relativo a un album del 1995 intitolato "Someone's Ugly Daughter".

Il disco in questione è stato pubblicato ufficialmente dalla Epic a nome Chick e segue la scia di quell'alt rock americano sporco di grunge che negli anni '90 diede vita ai lavori di band come The Breeders e Sleater-Kinney. L'album, l'unico pubblicato dalla formazione che aveva come voce principale Clarissa Dane-Davidson, è però riconducibile inaspettatamente proprio alla nostra Mariah nazionale.

"Avevo bisogno di sentirmi libera"

Nel 1994 Mariah Carey pubblicava il singolo che le avrebbe dato, probabilmente più di ogni altro, l'immortalità del pop e i relativi guadagni, quell' 'All I Want For Christmas Is You' che in 3,2,1 tormenterà le vostre orecchie a brevissimo. Subito dopo si mise a lavoro sul quinto album in studio, "Daydream", che iniziava a spostare l'ago verso territori più vicini alla black music e un disco considerato di crescita. Allo stesso tempo "Daydream" iniziò a creare tensioni tra Mariah Carey e la sua etichetta e, ovviamente, su suo marito, il discografico Tommy Mottola che era coinvolto direttamente anche nella sua vita artistica.

Poprio durante la gestazione di "Daydream" Mariah, si scopre, decide di diventare la mente dietro le Chick alla ricerca di distrazione, divertimento e libertà.

In un tweet pubblicato sul suo account ufficiale, Mariah Carey svela che "Mentre stavo facendo Daydream ho fatto un album alternative, solo per divertimento ma mi ha aiutato in molti momenti difficili".

Nel libro, Mariah Carey racconta: "Portavo le mie piccole canzoni alt-rock alla band e canticchiavo un riff di chitarra stupido, loro prendevano tutto e registravano immediatamente. Era irriverente, selvaggio e urgente e la band si immerse completamente. Alcune canzoni mi piacevano davvero ed ero totalmente dedicato a quel personaggio".

A proposito di questo suo personaggio totalmente diverso da come era conosciuta e di come è passata alla storia, Mariah aggiunge: "Giocavo con lo stile di questo grunge scanzonato, quel punk leggero fatto da donne bianche alla voce molto in voga all'epoca. Potevano essere arrabbiata, ribelli, incasinate, con le scarpe vecchie e le sopracciglia folte mentre tutti i film che facevo all'epoca erano tutti calcolati, curatissimi. Volevo liberarmi, lasciarmi andare, esprimere il mio senso di miseria e al tempo stesso divertirmi. Dopo ogni sessione in studio per Daydream non vedevo l'ora di passare la sera con la band del mio alter-ego.

La caccia al disco originale

Nel tweet la popstar ha condiviso anche un piccolo estratto della canzone 'Demented' con la voce di Clarissa Dande- Davidson per poi lanciare la bomba: " Ora che avete ascoltato la voce fighissima di Clarissa, vi posso dire che sono alla ricerca per scovare la versione dell'album con su la mia voce solista e non mi fermerò prima di averla trovata!".

Stando a quanto rivelato da alcuni responsabili della Carey a Pitchfork, infatti, nostra signora del Natale si sarebbe occupata di scrivere e produrre il disco, oltre a fornire anche tutti i controcanti e addirittura girare un video.

Di seguito il video ufficiale per 'Demented' delle Chick e tutto l'album reso prontamente disponibile online da uno dei (pochi) possessori.



Mariah Carey e la svolta grunge