Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  01 luglio 2021

Marilyn Manson, arrivata un'altra denuncia

Ashley Morgan Smithline, una delle prime accusatrici di Manson, ha formalmente sporto la quarta denuncia nei confronti della rockstar

Una quarta donna ha formalmente denunciato Marilyn Manson per abusi e violenze sessuali. Si tratta di Ashley Morgan Smithline, una tra le prime accusatrici della rockstar da quando l'attrice Evan Rachel Wood ha fatto scoppiare la bufera sulla vita privata del Reverendo lo scorso febbraio.

Una nuova accusa per Manson

Ashley Morgan Smithline si aggiunge alle donne che hanno formalmente sporto una denuncia nei confronti di Marilyn Manson. La Smithline è stata una delle prime donne ad unirsi alle accuse lanciate lo scorso febbraio da Evan Rachel Wood nei confronti della rockstar. Tra i reati contestati all'interno della denuncia a Manson ci sono abuso sessuale, percosse, stress emotivo, traffico umano e sequestro di persona.

Le inquietanti esperienze raccontate dalla Smithline seguono gli stessi racconti fatti da tutte le altre donne che hanno descritto Manson come un mostro violento, sadico ed irascibile. La vicenda era stata già raccontata dalla protagonista recentemente nel corso di un'intervista al magazine People.

L'accusa di Ashley Morgan Smithline e la risposta dei legali

Nell'accusa, pubblicata dall'edizione USA di Rolling Stone, viene raccontato che Manson contattò per la prima volta la Smithline nel 2010 mentre la donna lavorava come modella a Bangkok. Dopo essere stata assunta da Manson per delle riprese, i due iniziarono una relazione che prese però una brutta piega, stando a quanto dichiarato.

Nell'accusa si legge delle continue violenze di Manson che avrebbe abusato della donna durante il sonno, l'avrebbe ferita provocandole traumi in diverse parti del corpo, mordendola, tagliandola e ustionandola.

La Smithline sarebbe stata anche rinchiusa all'interno di una scatola di vetro insonorizzata, torturata con la privazione del sonno e sfiorata al volto da un coltello lanciato dalla rockstar verso di lei.

"In nessun momento prima, durante o dopo la relazione con Manson, la Smithline ha mai detto di aver alcuna fantasia sessuale che giustificasse questo tipo di comportamento, così come fatto anche da lui che ne ha solo abusato" - si legge nell'acccusa - "Ci sono voluti anni perché Ms.Smithline riuscisse a comprendere il livello degli abusi sessuali, fisici e psicologici di Manson. Il tutto non è stato realizzato pienamente fino all'autunno del 2020 quando ha potuto condividere le proprie esperienze con altre donne abusate da Manson".

Anche in questo caso i legali di Manson si sono subito prodigati per rispedire al mittente le accuse dicendo: "Neghiamo con forza le accuse di Ms.Smithline. Ci sono così tante falsità in questa accusa che non sappiamo da dove cominciare. Questa relazione, nella misura in cui sia stata una relazione, è durata meno di una settimana nel 2010. Manson non vede da allora la signorina Smithline".

Marilyn Manson, arrivata un'altra denuncia

La storia degli abusi

La bomba Marilyn Manson era stata lanciata dall'attrice Evan Rachel Wood lo scorso febbraio che, con le sue accuse nei confronti della rockstar ed ex partner, ha dato il via ad una serie di testimonianze provenienti sia da molte donne che a anche da colleghi e collaboratori del Reverendo che ne hanno parlato come di un grande artista ma di una persona fortemente violenta e disturbata.

Negli ultimi mesi sono diverse le denunce presentate formalmente nei confronti di Manson come quella dell'attrice di Game Of Thrones Esme Bianco e quella dell'ex assistente Ashley Walters, accuse respinte fermamente dal legale dell'artista.

Nel documento presentato dalla Bianco, Manson viene accusato di averla drogata, torturata e violentata nel corso della relazione avuta con lui dal 2009, dopo il divorzio del rocker da Dita Von Teese, quando fu coinvolta nelle riprese del video mai pubblicato di 'I Want To Kill You Like They Do In The Movies'.

Inoltre la Bianco ha dichiarato di essere stata drogata, minacciata di violenze e di essere stata legata ad un inginocchiatoio e presa a frustate da Manson e anche colpita da scariche elettriche con la scusa che faceva tutto parte del videoclip.

La Walters, che di Manson era diventata assistente personale, ha invece raccontate di continue minacce verbali e fisiche subite da Manson, dei suoi scatti d'ira e delle volte in cui la rockstar l'ha spinta tra le braccia di amici e colleghi 'offrendola' sessualmente.

Il mandato di arresto per lo sputo

Pochi giorni fa, intanto, Manson ha accettato di arrendersi alla polizia di Los Angeles per un altro caso che lo ha visto coinvolto nel 2019 quando, durante un concerto in New Hampshire, avrebbe colpito una videoreporter della venue con degli sputi.

Il mandato di cattura era stato emesso nell'ottobre del 2019 per due reati di aggressione ma mai ricevuto dai legali di Manson. Ora il processo è previsto, probabilmente, per metà agosto con una pena che può andare dal massimo di un anno di carcere ad una multa di 2000 dollari.


Marilyn Manson - Antichrist Superstar ((Twins Of Evil Tour 2018 - Houston,Tx))

Final song of the the night, he only did a 5 song set due to being "Sick"