Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  04 giugno 2020

Metallica, ascolta la versione 'classica' di Nothing Else Matters

La pianista turca AyseDeniz ha condiviso una versione al pianoforte del classico scritto da James Hetfield e Lars Ulrich

"Nothing Else Matters" è sicuramente una delle canzoni dei Metallica più intense e amate dai fan, uno di quegli episodi in cui la leggendaria band metal riesce a dimostrare di essere più che valida non solo quando si tratta di pestare ma anche quando c'è da essere epici. 

'Nothing Else Matters' in veste classica

Tra i fan del brano, forse proprio per il suo stile che ha si avvicina all'epicità della musica classica, c'è la pianista turca AyseDeniz che ha condiviso attraverso i suoi social una versione al pianoforte di 'Nothing Else Matters' suonata come riscaldamento prima di un concerto.

"Guardate cosa ho trovato! Il mio arrangiamento di Nothing Else Matters prima di un concerto" ha scritto il giovane talento a proposito del video che la mostra da sola in un teatro vuoto mentre si riscalda con un'intensa esibizione del brano scritto dalla band californiana.


AyseDeniz e il crossover

Andando sulla pagina Facebook di Ayse Deniz Gokcin, questo il suo nome intero, tra le influenze sono citati in ugual modo Liszt, Bach, Chopin e Beethoven così come i Pink Floyd, David Bowie e i Nirvana. Non è un caso, infatti, che sul suo prossimo album in uscita a fine mese dal titolo 'Hey World' ci saranno anche delle reinterpretazioni di due classici dei Queen: 'We Are The Champions' e 'Bohemian Rhapsody'.

A confermare la passione della pianista per l'unione della musica classica con altri generi, specialmente il rock, ci sono anche altri video che girano in rete. Sbirciando su Youtube, inoltre, è possibile trovare il video di un intero concerto suonato da AyseDeniz alcuni anni fa con le reinterpretazioni al pianoforte dei Pink Floyd. Il concerto, tenuto al Piano Extravaganza Festival di Sofia, in Bulgaria, ha visto AyseDeniz salire sul palcoscenico e suonare una scaletta ricca di classici della band inglese come Wish You Were Here, Us and Them, Another Brick In The Wall e Comfortably Numb rivisitati come se a scrivere i brani fossero stati Liszt o Chopin.


Nothing Else Matters

Originariamente pubblicato come terzo singolo da "Metallica", quinto lavoro in studio della band pubblicato nell'agosto del 1991 e meglio noto con il nome "The Black Album", 'Nothing Else Matters' è una delle canzoni più conosciute dei Metallica. All'epoca fu il brano che più spiazzò i fan della prima ora abituati a un sound ben più aggressivo e diretto da parte di James Hetfield e soci ma era arrivato il momento per il frontman della band di dimostrare il risultato delle sue lezioni di chitarra classica.

Hetfield scrisse la canzone in tour nel 1990 durante una sua telefonata con la sua fidanzata dell'epoca e, mentre reggeva il telefono con una mano, con l'altra iniziò a suonare la chitarra. Proprio la sua predisposizione epica fece di 'Nothing Else Matters' il pezzo principale e singolo del "S&M" concert, il live fatto dalla band con la San Francisco Symphony Orchestra diretta da Michael Kamen, responsabile anche dell'arrangiamento originale della canzone.


Metallica, ascolta la versione 'classica' di  Nothing Else Matters