Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  01 settembre 2020

Mick Jagger giudicava 'terribili' alcuni brani degli Stones

Jagger inizialmente poco convinto da alcuni brani inseriti nell'ultima ristampa dei Rolling Stones in uscita questa settimana

Il prossimo fine settimana arriverà la tanto attesa ristampa di "Goats Head Soup" , album pubblicato dai Rolling Stones nel 1973 che sarà disponibile in una versione deluxe ricca di novità. 

Sicuramente il materiale più interessante per i fan, tra quello contenuto all'interno dell'edizione 2020 di "Goats Head Soup", riguarda i tre inediti scavati dagli archivi degli Stones e resi ora disponibili per la prima volta: 'Criss Cross', 'All That Rage', e 'Scarlet' che ospita il leggendario chitarrista dei Led Zeppelin Jimmy Page ed è attualmente nella Top 20 di Radiofreccia.

I dubbi di Mick Jagger

Quello del materiale di archivio è sempre un tema abbastanza delicato. C'è chi decide di buttare fuori ad intervalli più o meno regolari qualsiasi nastro disponibile nel catalogo dell'etichetta e chi, ed è questo il caso, pondera attentamente cosa viene dato in pasto ai fan.

Parlando con The Times in collegamento dal suo buen retiro toscano, l'iconico frontman dei Rolling Stones Mick Jagger ha raccontato di come, quando i discografici della sua etichetta gli parlarono delle tracce scoperte e della volontà di inserirli nella ristampa, inizialmente non fosse d'accordo: "Mi dissero di aver trovato queste tre tracce - ha raccontato Jagger al Sunday Times - e la mia reazione iniziale è stata 'Sono tutte terribili! Sono inutilizzabili!'. In realtà mi sono sempre piaciute le canzoni ma, semplicemente, non erano complete".

Però la tecnologia fa miracoli e tutti i dubbi iniziali di Jagger sugli inediti contenuti nell'edizione 2020 di "Goats Head Soup" sono stati spazzati via una volta capito che forse ci si poteva lavorare su e riportare le tracce allo scoperto limando le imperfezioni: "Da un punto di vista di suono sembrano ancora come registrate allora, anche se non erano perfette. Però puoi riuscire a farle suonare un po' meglio di come non fossero prima e alla fine mi piacciono tutte e tre le canzoni. Penso siano degne di essere lì, insieme agli altri brani presenti nella tracklist dell'album".

I remix di Scarlet

Intanto i Rolling Stones hanno deciso di ritagliare diverse vesti all'inedito ch più degli altri risulta interessante: 'Scarlet'. Il brano registrato dai Rolling Stones in una session successiva a quella di "Goats Head Soup" con Jimmy Page dei Led Zeppelin è stato affidato ad artisti attuali per ricevere un nuovo trattamento. Dopo il remix fatto dai Grammy winner The War On Drugs, la scorsa settimana è uscita un'altra versione del pezzo affidata a The Killers in team con Jacques Lu Cont, nome d'arte del producer inglese Stuart Price.



Goats Heads Soup 2020

Il 4 settembre uscirà l'edizione 2020 di "Goats Head Soup", album pubblicato originariamente dai Rolling Stones nel 1973.

Il disco sarà disponibile in numerose versioni e si va dai 12 euro della versione in musicassetta ai 18 per quella da due CD e i 30 per il doppio vinile fino ai 120 euro del Box Set Super Deluxe.

Tra i tanti contenuti extra c'è anche materiale mai pubblicato prima, come i due singoli fatti uscire nei mei scorsi: 'Criss Cross' e 'Scarlet' - quest'ultimo, nella Top 20 di Radiofreccia, vede la partecipazione alla chitarra di Jimmy Page dei Led Zeppelin - oltre ad un altro brano dal titolo 'All This Rage' che in una nota si dice abbia 'lo stile selvaggio da post Brown Sugar'.

Oltre agli inediti, tra i bonus ci sono anche molte versioni alternative ai brani contenuti nella tracklist originale su disco, come Hide Your Love e 100 Years Ago, mix mai pubblicati.

Nel box set deluxe, inoltre, ci sarà anche il disco Brussels Affair, un live da 15 tracce registrato in Belgio durante il tour in supporto del disco nell'autunno del 1973 e precedentemente contenuto solo nella serie di 'bootleg ufficiali' degli Stones del 2012.

Tra i contenuti del box set anche diversi mix dell'album come quello in 5.1 Surround Sound, Dolby Hitmos e Hi-Res, i video per Dancing WIth Mr.D, Silver Train ed Angie, un libro di 100 pagine con foto, testi scritti da Nick Kent, IanMcCann e Daryl Easle e le riproduzione di tre poster dal tour del 1973.

Tutte le versioni di Goats Head Soup sono già disponibili in pre-order nello store ufficiale della band.

RS No.9, il primo negozio interamente dedicato ai Rolling Stones

Intanto i Rolling Stones hanno annunciato il loro primo flagship store che aprirà il 9 settembre al civico 9 di Carnaby Street nel quartiere di Soho, a Londra. Lo shop nel pieno centro della capitale inglese sarà curato dalla band in collaborazione con la società di produzione merchandising Bravado.

Il negozio sarà caratterizzato dai colori della band, rosso e nero, e avrà un pavimento a vetri decorato con alcuni dei versi più significativi tra quelli scritti dai Rolling Stones mentre i camerini saranno caratterizzati dall'artwork degli album più famosi pubblicati da Mick Jagger, Keith Richards e soci.

All'interno si potranno trovare merchandising di ogni tipo, vestiti esclusivi con i loghi della band, collaborazioni con stilisti e, ovviamente, i dischi pubblicati dai Rolling Stones.

"Soho ha sempre incarnato lo spirito del rock'n'roll - ha fatto sapere la band - quindi Carnaby Street è il punto perfetto per aprire il nostro negozio".

Sulle vetrine, riporta la BBC, ci sarà un'installazione che replica l'onda sonora di 'Paint It Black'. Lo store presenterà anche lo "Stones Red" un colore Pantone ufficiale che ricalca il rosso utilizzato per l'iconico logo delle labbra.

Mick Jagger giudicava 'terribili' alcuni brani degli Stones