Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  07 gennaio 2021

Miley Cyrus ha registrato una cover dei Metallica con Elton John e Chad Smith

Nothing Else Matters con la collaborazione di Sir Elton John e di Chad Smith è il primo brano annunciato dal disco tributo ai Metallica di Miley Cyrus

Recentemente si è spesso parlato della popstar Miley Cyrus, che da poco ha pubblicato il nuovo album "Plastic Hearts", e della sua passione per i suoni più duri che hanno fatto rimbalzare in rete le voci di un album tributo ai Metallica composto interamente da cover cantate dalla ex Hannah Montana. Ora Miley fa di più e, oltre a confermare lo stato dei lavori, ha svelato di aver già registrato almeno una hit scritta dai Metallica grazie all'aiuto di alcuni nomi davvero importanti della musica mondiale. 

Miley Cyrus e Nothing Else Matters

Intervistata dall'emittente britannica Capital FM per parlare del suo nuovo album "Plastic Hearts", Miley Cyrus ha raccontato del tanto chiacchierato album di cover dei Metallica.

La ventottenne star americana ha dischiarato ai microfoni di Capital FM che di sicuro in futuro ci sarà una cover dei Metallica, quella di uno dei brani più famosi della band guidata da James Hetfield, 'Nothing Else Matters', registrato per l'occasione non da sola ma con un gruppo di musicisti di primissimo livello che, in parte, hanno già impreziosito l'ultimo album di Ozzy Osbourne "Ordinary Man".

Nella cover di Nothing Else Matters registrata da Miley Cyrus, infatti, ad accompagnare la voce della cantante ci sarà addirittura Sir Elton John al pianoforte e Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers alla batteria. Degli archi, elemento fondamentale per la canzone, si occuperà Yo-Yo Ma, superstar della musica classica non nuovo a deviazioni in altri generi, basti pensare che alcuni anni fa si unì a Carlos Santana per suonare While My Guitar Gently Weeps dei Beatles.

Anche il produttore sarà lo stesso di "Oridnary Man" di Ozzy Osoburne, ovvero il talentuoso e onnipresente Andrew Watt.

"Sono davvero eccitata per questa collaborazione - ha detto Miley Cyrus che ha anche rivelato di poter contare su molte altre star per la cover band dei Metallica - sono così eccitata! Amo quando gli ingredienti sembrano non entrarci molto tra di loro".

In passato Miley aveva suonato dal vivo una sua versione di 'Nothing Else Matters' durante il suo set al Glastonbury Festival del 2019. Trovate di seguito sia la sua versione che quella originale dei contenuta nel 'black album' pubblicato dai Metallica nel 1991.




Miley e la passione per il rock

Nonostante non sia facile essere accettati dalla comunità rock quando il tuo background prevede trascorsi da stellina della Disney e una carriera da popstar glamour, Miley Cyrus non si è mai fatta problemi nel mostrare che dietro un passato fatto di Hannah Montana e provocanti wrecking ball batte un cuore rock. Dalle collaborazioni con i Flaming Lips alla passione per i Led Zeppelin, dal tatuaggio tributo ai Pixies alle numerose cover live e la sua partecipazione al concerto in memoria di Chris Cornell, la Cyrus da tempo flirta con un mondo in cui, a quanto pare, cercherà di invadere prepotentemente con la sua voce graffiante.

Solo nel 2020 Miley ha regalato al pubblico un paio di cover rock di tutto rispetto che sono riuscite anche a guadagnarsi l'approvazione degli autori. 

Esibendosi al Whiskey A Go GO di Los Angeles lo scorso ottobre in supporto all'iniziativa a favore dei live club indipendenti SaveOurStages, Miley si è infatti prodotta in una sua versione di 'Zombie', classico dei Cranberries che, a detta dei membri della band, avrebbe di sicuro fatto piacere alla voce originale, la mai troppo compianta Dolores O'Riordan. 

Un mese dopo, invece, Miley si è esibita durante lo show radiofonico di Howard Stern su Sirius XM cantando 'Doll Parts' delle Hole. Il brano, contenuto originariamente sull'album "Live Through This" pubblicato dalle Hole nel 1994, non era mai stato cantato dal vivo da Miley che ha infatti specificato come nemmeno Courtney Love l'avesse mai sentita. Dopo aver ascoltato la versione di Miley, Courtney si è detta molto toccata dall'emozionante cover cantata dalla giovane collega, segno che, in attesa di conquistare il pubblico rock, la Cyrus sta sicuramente ricevendo apprezzamento da chi quelle canzoni le aveva scritte in un primo momento.


Il rock nella musica di Miley Cyrus

Se Miley Cyrus si sta concedendo sempre di più deviazioni verso il mondo rock, c'è anche dire che nel corso della sua carriera ha saputo fare tesoro delle sue influenze sia per crescere come performer sia includendole all'interno della sua musica.

Nell'ultimo album della giovane star americana "Plastic Hearts" , infatti, c'è spazio per un personaggio come Billy Idol ospite nel brano Night Crawling e per l'accoppiata di donne del rock composta da Joan Jett e Stevie Nicks che ha ispirato anche il primo singolo 'Midnight Sky' con la sua 'Edge Of Seventeen' finendo per prendere parte a un remix che include le due canzoni.

In un periodo di particolare crisi proprio due artisti provenienti dal mondo del rock e del folk - per altro il padre di Miley, Billy Ray Cyrus, è una star del genere - sono stati di particolare importanza per la Cyrus. Ai microfoni di Howard Stern, circa un mese fa la star americana ha raccontato di come, quando aveva deciso di eliminare la hit Wrecking Ball dai suoi set dal vivo, fu Paul Simon, incontrato nel backstage di uno show televisivo, a farle prendere la scelta giusta: "Lui non conosceva nemmeno uno dei miei pezzi e quando gli ho detto la mia setlist mi ha detto che bisogna fare le hit, che potevo fare un pezzo che amavo davvero ma che poi gli altri dovevano essere quelli davvero amati dalla gente. Erano loro ad aver cacciato i soldi per vedermi e dal giorno successivo ho subito inserito Wrecking Ball nella scaletta".

In un altra fase di stallo, invece, sono stati i Led Zeppelin a metterla in pace con il suo repertorio quando per il suo Bangerz Tour si sentiva troppo vecchia per le canzoni in scaletta: "Quello è sempre il rischio di quando fai tour che durano un anno. Avevo in scaletta un a canzone che si chiamava 'I'll never get over you' e nel frattempo quella situazione era stata ampiamente superata. Quando l'avevo scritta era genuina ma in quel momento no, quindi ho inserito una cover di 'Babe I'm Gonna Leave You' dei Led Zeppelin nella setlist, per sentirmi più vicina alla vera me".




Miley Cyrus ha registrato una cover dei Metallica con Elton John e Chad Smith