Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  10 marzo 2017

"Missing Wires" il primo singolo dei Soulwax dall'album "From Deewee"

L'eclettica band belga dei fratelli Dawaele comincerà il tour il 29 marzo da Milano

È 'Missing Wires' il primo singolo dal nuovo album dei Soulwax "From Deewee", in uscita il 24 marzo. La band belga dei fratelli Stephan e David Dewaele - formazione mutante che passa dal rock misto al sound da club col nome Soulwax, alla famosa versione da DJ producer col monicker 2manydjs - ha fatto come al solito le cose in maniera poco convenzionale, registrando l'album in unico take.  

Un live studio album che hanno deciso di fare"Ispirati dal Transient Program For Drums and Machinery Tour. Abbiamo pensato di riprendere quei brani live e riprodurli con lo stesso identico set up. Stessi musicisti, stessi macchinari e strumentazione. Tutto identico a come era dal vivo".

Dal vivo i Soulwax torneranno a Marzo e partiranno proprio dall'Italia per il tour con tappa fissata per mercoledì 29 marzo ai Magazzini Generali di Milano per poi spostarsi in tutta Europa con già diverse date sold out.

La tracklist dell'album, condivisa dai Soulwax sui social, è:

  1. Preset Tense 
  2. Masterplanned
  3. Missing Wires
  4. Conditions Of A Shared Belief
  5. Is It Always Binary
  6. Do You Want TO GEt Int Trouble
  7. My tired Eyes
  8. Tranasient Program From Drums And Machinery
  9. Trespassers
  10. The Singer Has Become A Deejay
  11. Here Come The Men In Suits
  12. Goodnight Transmission


  • Soulwax
    Soulwax (credits: Rob Walbers)
  • Soulwax - "From Deewee"
    Soulwax - "From Deewee"

La versione online della rivista Dazed ha incontrato i fratelli Dewaele nei "Deewee studios", il quartier generale che hanno costruito nella natìa Ghent, e durante l'intervista i due hanno parlato anche dell'importanza del ritmo nel disco e di come una scena del documentario sulla band, "Belgica", sia stata la scintilla che ha dato il via a tutto:

" C'era una scena con tre batterie che suonavano contemporaneamente" - dice Stephen "Penso che fosse il nostro modo di tastare i lterreno. Potrebbe funzionare?". Dopo l'abbandono del batterista Steve Slingeneyer "Abbiamo dovuto trovare qualcun altro con cui suonare abbiamo pensato: "Se suonassimo con UN SACCO di batteristi?" e infatti per questo album ce ne sono ben tre: Iggor Cavalera, Victoria Smith e Blake Davies."

"Viviamo in un mondo fatto di laptop e macchine" - aggiunge David" "L'energia durante le performance live è al suo culmine con un batterista, quindi moltiplica per tre e hai il triplo dell'eccitazione".