Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  16 febbraio 2021

Mötley Crue, i segreti di Tommy Lee per superare indenne i controlli

Tommy Lee rivela i segreti per far passare la droga ai controlli durante i tour con i Mötley Crue

Il batterista dei  Mötley Crue Tommy Lee ha raccontato dei folli tour in cui la rock band californiana faceva di tutto durante il podcast di Steve - O, rivelando all'ex Jackass anche alcuni trucchetti che gli hanno permesso di riuscire a farla franca quando in borsa avevano quantitativi di sostanze illegali troppo importanti.

I controlli del tour bus

Le storie dei Mötley Crue sulla trinità della trasgressione composta da sesso, droga e rock'n'roll sono nel mito ma per poterle raccontare, i quattro diavoli del Sunset Strip hanno dovuto resistere a qualsiasi cosa: morti, sia reali che apparenti, sangue, sporcizia e, banalmente, arresti e forze dell'ordine.

In un video dello scorso anno ributtato recentemente in giro dal web, il batterista della band Tommy Lee racconta ai microfoni del podcast di un altro bel soggetto, l'ex Jackass Steve-O, come i Mötley Crue riuscivano a risolvere uno dei problemi più grossi da affrontare mentre si è in tour: riuscire a non farsi beccare con la droga ai controlli.

Se state già pensando a bustine nascoste addosso o in cavità varie, siete sulla cattiva strada perché, rivela Tommy Lee, non portava mai la roba addosso : "Quando viaggi su strada, se sei sul tour bus, sul retro c'è un'apertura, quasi una specie di uscita di emergenza dove nascondevamo la roba. Ogni volta che ci fermavano per i controlli dell'immigration, la aprivamo piano e buttavamo tutto sul tetto del bus - racconta il batterista - Quando entravano gli agenti e i cani non trovavano nulla di strano e ci lasciavano andare. Appena si chiudevano le porte del bus la prendevamo di nuovo e la mettevamo dove era prima".

In caso di trasferta in aereo

Conoscere il territorio è fondamentale per operazioni del genere e la prontezza dei Mötley Crue, veri guerrieri dell'eccesso, ha la necessità di adattarsi a tutte le situazioni, sia che si viaggi su strada sia in caso di trasferta in aereo. Cambia il mezzo di trasporto ma la tecnica, più o meno, resta la stessa e allora Tommy Lee spiega come riuscire a ricavare il giusto spazio per nascondere gli 'oggetti personali' anche tra le nuvole all'interno del proprio jet privato: "Quando eravamo in aereo era la stessa cosa. In aereo c'è il rivestimento della testata e prendevamo la cocaina o qualsiasi altra cosa, ci facevamo il più possibile prima di salire sull'aereo, e poi nascondevamo tutto ciò che era rimasto nel mio sedile. Per qualche strano motivo il mio sedile aveva una piccola crepa nella testata e quindi infilavamo le bustine dentro il più possibile e poi chiudevamo tutto con lo scotch. Nessuno riusciva a notare la differenza".

L'operazione, però, era sicuramente rischiosa ma come loro solito i Mötley riuscivano sempre a farla franca: "Ero lì che mi cagavo sotto quando arrivavano i cani dell'antidroga, convinto che mi saltassero addosso da un momento all'altro, e invece abbiamo usato questa tecnica più di una volta e l'abbiamo sempre fatta franca"

Mötley Crue, i segreti di Tommy Lee per superare indenne i controlli

La serie su Tommy Lee e Pamela Anderson

Lo scorso Dicembre, intanto, in rete sono rimbalzate le voci di una serie TV incentrata sulla relazione tra Tommy Lee e la star di Baywatch Pamela Anderson, compreso lo scandalo del sex tape girato durante la loro luna di miele e trafugato con conseguente battaglia legale.

Una relazione tumultuosa quella tra Lee e la Anderson fatta di tensioni e anche un arresto per violenza domestica che porterà il batterista in carcere e al divorzio tra i due nel 1998.

Ad interpretare il batterista dei Motley Crue sarà Sebastian Stan, attore rumeno già interprete di ruoli come quello di Winter Soldier nei film Marvel, mentre Lily James (Downtown Abbey, Cenerentola) vestirà i panni di Pamela Anderson. Seth Rogen, invece, interpreterà l'uomo responsabile del furto del nastro e protagonista della seguente battaglia legale.

Alla regia Craig Gillespie (I, Tonya) e alla sceneggiatura Rob Siegel.

La serie sarà composta da otto episodi con l'inizio delle riprese fissato per la primavera del 2021 senza il coinvolgimento dei diretti protagonisti che, però, sembra siano stati messi al corrente dell'operazione.

Sul fronte discografico Lee ha pubblicato lo scorso anno il suo terzo album solista, "Andro". Con un cambio di genere che vira verso l'hip hop, l'album vede l'ex Motley Crue sulle retrovie alla batteria, produzione e seconda voce mentre la voce principale è affidata ad una serie di ospiti incluso Post Malone.