Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  29 giugno 2021

Nandi Bushell ospita il batterista degli Arctic Monkeys

Matt Helders ha raggiunto Nandi Bushell a casa per suonare con il giovanissimo talento il primo singolo degli Arctic Monkeys

Il batterista degli Arctic Monkeys Matt Helders è stato ospite a casa di Nandi Bushell dove ha suonato con il giovane talento britannico una versione inedita del primo singolo della band di Sheffield, 'I Bet You Good Look On The Dancefloor'.

Una tazza di tè per Matt Helders

Si apre con un riferimento ad uno dei primi claim degli Arctic Monkeys, 'Don't believe the hype', il nuovo video di Nandi Bushell, giovanissima e talentuosa musicista inglese che negli ultimi anni ha saputo portare la sua passione e il suo entusiasmo per la musica in tutto il mondo trasformando ogni suo video in un contenuto virale.

L'occasione è stata la visita di Matt Helders, portentoso batterista degli Arctic Monkeys nella casa londinese di Nandi, 11 anni. Helders si è prestato per quello che, di fatto, è un nuovo e vero format per i canali social di Nandi in cui l'ospite ha fatto una chiacchierata con la piccola musicista oltre a suonare in una jam session in cui la coppia si è anche esibita sulle note di alcuni classici della band guidata da Alex Turner.

Il primo video dalla session vede Matt Helders e Nandi Bushell, con il supporto fuori camera del suo maestro di chitarra Tom McCarthy, suonare il primo singolo degli Arctic Monkeys 'I Bet You Good Look On The Dancefloor' dall'album "Whatever People Say I Am, That's What I'm Not" del 2006.

Le altre tracce registrate dall'inedito duo sono 'Brianstorm' (già suonata in passato da Nandi) e 'R U Mine', oltre ad una misteriosa jam session e un'intervista con il batterista degli Arctic Monkeys davanti ad una tazza di tè.

Guarda il video di Nandi Bushell e Matt Helders di seguito:


Nandi Bushell ospita il batterista degli Arctic Monkeys

Le cover di Linkin Park e Slipknot

Recentemente Nandi era 'virtualmente' volata dall'altra parte dell'oceano pubblicando le cover di due rock band americane super amate dagli appassionati di musica: Linkin Park e Slipknot.

Il piccolo fenomeno ha infatti pubblicato un paio di settimane fa un video in cui si diceva alla scoperta del nu metal grazie alla band che ha portato il genere alla fama planetaria: i Linkin Park. Nandi ha fatto una cover di 'Numb', classico dall'album "Meteora" del 2003.

"Ho scoperto i Linkin Park questa settimana! Hanno così tante canzoni fantastiche, mi piacciono le tastiere e il DJ e poi Chester Bennington aveva una voce così incredibile e potente" ha scritto Nandi sotto il video che, poi, è stato ripubblicato anche dall'account ufficiale dei Linkin Park che si sono complimentati per la prova.


A fine maggio, invece, la giovane polistrumentista britannica ha indossato la maschera di Jay Weinberg e tra una tempesta di scintille ha suonato 'Duality' degli Slipknot.

"Non ci crederete ma prima di dormire ascolto gli Slipknot" ha poi scritto "Sia Joy Jordison che Jay Weinberg sono dei batteristi fenomenali ma amo davvero tanto il modo in cui suona Jay".