Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  20 febbraio 2020
di Nessuno
Nessuno

Neil Young a Donald Trump: "Sei una vergogna per il mio paese"

Parole di fuoco del cantante in una lettera spedita direttamente al presidente americano

Neil Young, il leggendario cantautore canadese di nascita e di recente naturalizzato americano (ha infatti preso la cittadinanza statunitense meno di un mese fa per partecipare col voto alla vita politica del paese), ha espresso il suo disprezzo nei confronti di Donald Trump in una lettera vergata a fuoco ed inviata direttamente all'attenzione del presidente degli Stati Uniti d'America.

Il testo è stato pubblicato sul sito Neil Young Archives.

 “Sei una vergogna per il mio Paese, il modo in cui distruggi insensatamente le nostre risorse naturali, il nostro ambiente e i nostri rapporti con gli amici di tutto il mondo, tutto ciò è imperdonabile…. Il nostro primo presidente nero era un uomo migliore di te”.

Ha inoltre aggiunto: "le tue politiche, decisioni e idee a breve termine continuano ad aggravare la crisi climatica ... Gli Stati Uniti d'America, il mio paese, non sono un green su uno dei tuoi campi da golf di marca su cui cavalcare e da poter danneggiare a piacimento in modo che altri giocatori non possano tirare dritto."

Uno dei comportamenti del tycoon che ha particolarmente infastidito il rocker di Toronto riguarda l'utilizzo inappropriato del classico Keep on Rockin in the Free World durante i suoi comizi. 

"Keep on Rockin in the free world non è una canzone che puoi suonare in uno dei tuoi raduni", ha scritto Young. “Forse avresti potuto essere un bassista e suonare in una rock and roll band. In questo modo potresti stare sul palco di una manifestazione ogni sera di fronte ai tuoi fan, se tu fossi un bravo, e potresti anche esserlo. [...] Ogni volta che Keep on Rockin o una delle mie canzoni viene suonata durante i tuoi raduni, spero che tu senta la mia voce. Ricorda che è la voce di un cittadino americano che paga le tasse e che non ti supporta. Io."

Verso la fine della testo, Neil Young si sbilancia infine manifestando il suo apprezzamento nei confronti del più probabile rivale di Trump alle prossime elezioni: Bernie Sanders. “Uno dei suoi avversari ha le risposte che mi piacciono. Il suo obiettivo è quello di preservare il futuro dei nostri figli. Non è molto benvoluto dall’establishment democratico perché, a differenza di tutti gli altri candidati, non sta assecondando le industrie che accelerano la crisi climatica del Pianeta, la fine del mondo come lo conosciamo noi. Sta veramente lottando per gli Stati Uniti. Le sue iniziali sono BS”.

La lettera originale pubblicata negli archivi di Neil Young è visibile cliccando su questo link.


Neil Young a Donald Trump: "Sei una vergogna per il mio paese"

Keep on Rockin in the Free World- Neil Young

Keep on Rockin in the Free World- Neil Young