Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  05 maggio 2021

Nirvana, in causa per l'inferno di Dante

I Nirvana sono stati accusati di violazione di copyright per l'illustrazione dell'Inferno di Dante utilizzata per il merchandising della band

Kurt Cobain ha da sempre ammirato la Divina Commedia di Dante, una passione, quella del frontman dei Nirvana, che sin dagli inizi ha portato all'utilizzo di un immagine dell'Inferno di Dante per il merchandising della band, immagine che ora è al centro di una causa intentata nei confronti della formazione di Seattle.

L'illustrazione dell'Inferno di Dante

I Nirvana si trovano a dover affrontare una nuova causa legata all'utilizzo di un loro logo. Se in passato era stata la band a citare in giudizio lo stilista Marc Jacobs per una collezione ispirata al grunge e allo smile utilizzato come logo dai Nirvana, ora sono proprio loro ad essere accusati di aver violato il copyright per un' illustrazione dell'Inferno di Dante.

L'artista britannico C.W.Scott-Giles, infatti, fece un'illustrazione dell'Inferno di Dante per una versione della Divina Commedia pubblicata nel 1949 che è stata poi presa da Cobain che, realizzando il design per le maglie della band, la utilizzò già sul finire degli anni '80 per il merchandising legato alla pubblicazione del primo album dei Nirvana, "Bleach".

Ora gli eredi dell'autore hanno deciso di fare causa ai Nirvana per l'utilizzo dell'illustrazione che sin dal 1989 appare su magliette e oggetti legati alla band di Cobain.


La causa contro i Nirvana

Jocelyn Susan Bundy, erede di Scott-Giles, ha fatto causa ai Nirvana e alle società correlate per la violazione del copyright avvenuta con la messa in vendita di merchandising che utilizzasse l'illustrazione dell'Inferno di Dante realizzata da suo nonno.

"Il 20 gennaio 2021 l'accusa ha scoperto che la difesa dà in licenza, promuove, vende e realizza vinili, t-shirt, felpe, spille, tazze e altri oggetti decorati con un artwork identico a quello dell'illustrazione in oggetto, sia negli Stati Uniti che all'estero" - si legge nella lettera presentata dai legali di Bundy - Ulteriori ricerche hanno rivelato che alcuni utilizzi non autorizzati dell'illustrazione su materiali legati ai Nirvana risalgono già al 1989. Inoltre, nel corso degli anni, i Nirvana e i soggetti che ne fanno le veci hanno ripetutamente fatto false dichiarazioni circa la proprietà dei diritti per l'utilizzo dell'illustrazione mettendo dei falsi marchi di copyright sui prodotti".

Nelle carte si legge anche che la tesi sostenuta dalla Difesa è che l'immagine sia stata creata dallo stesso Kurt Cobain.


Nirvana, in causa per l'inferno di Dante

La causa tra Nirvana, Marc Jacobs e il designer della Geffen

Negli ultimi anni i Nirvana sono stati coinvolti in alcune vicende legate alla violazione di copyright relativo al celebre logo con lo smile. Nel 2018 la band ha intentato causa contro il noto stilista Marc Jacobs per l'utilizzo dello smile in alcuni capi parte della sua collezione Bootlex Redux Grunge e, allo stesso tempo, la band è coinvolta in un'altra causa contro il designer della Geffen Records Robert Fisher per la proprietà intellettuale dello smile, anche in questo causa attribuita dai legali dei Nirvana a Kurt Cobain.

La vicenda con Marc Jacobs vide sul finire del 2019 il giudice John Kronstadt dare al management dei Nirvana il via libra per procedere alla causa contro lo stilista per la collezione "Bootleg Redux Grunge" lanciata in tributo al look rock anni '90 in cui Marc Jacobs ha preso in 'preso in prestito' l'iconico 'smiley' e il font utilizzati dai Nirvana nei flyer promozionali di "Nevermind" e poi nel merchandising della band.

Per il giudice gli unici elementi distintivi tra i due loghi sono stati considerate le lettere "M" e "J" utilizzate al posto delle "X" negli occhi dello smiley e, anzi, il tutto è stato combinato con altri elementi distintivi dei Nirvana come le linee gialle su fondo nero e il posizionamento simile al punto da poter creare confusione".

Intanto, al momento, a causa dei ritardi causati dal coronavirus, il Tribunale deve ancora esprimersi sulla vicenda che vede coinvolti i Nirvana, Marc Jacobs e Fisher per il copyright dello smile.



Nirvana - About A Girl (MTV Unplugged)

Music video by Nirvana performing About A Girl. (C) 1994 Geffen Records