Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  20 ottobre 2021

Noel Gallagher ammette la sua responsabilità per la fine degli Oasis

Chi ha causato la fine degli Oasis? Noel Gallagher ammette le sue colpe dopo una lite con il fratello Liam per un pugno di vestiti

L'ex songwriter e chitarrista degli Oasis, Noel Gallagher, ha ammesso la sua responsabilità nell'aver dato il via all'episodio che ha causato lo scioglimento della band dopo l'ennesimo litigio con suo fratello Liam.

Per un pugno di vestiti

Nell'agosto del 2009 gli Oasis scomparirono più o meno improvvisamente dai radar in seguito ad una furiosa lite tra i fratelli Gallagher nel backstage di un festival parigino.

Con ormai poche date prima della fine del tour, inclusa quella di Milano, la band di Manchester esplose definitivamente per mai più riformarsi.

Nel corso degli anni Liam e Noel hanno a più riprese puntato il dito verso l'altro nel ricercare la responsabilità dello scioglimento. La verità, probabilmente, è che la colpa è da attribuirsi a tutti, un rapporto conflittuale e fraterno che viene da lontano e che, alla fine, ha causato una frattura apparentemente insanabile ma prevedibile.

Ora è il maggiore dei fratelli, Noel Gallagher, ad ammettere almeno la sua responsabilità nella vicenda, colpevole di aver compiuto il gesto che ha dato il via ad un escalation di attacchi tra i due culminata nello show francese.

Parlando con il Matt Morgan, Noel ha raccontato di come un suo gesto abbia scatenato le ire di Liam che si preparava a lanciare la sua linea di vestiti Pretty Green.

"Liam ci diede un sacco di vestiti, non solo a me, a tutta la band" - racconta Noel - "Io andai dritto in un charity shop e mollai tutto lì. Liam andò fuori di testa, mi disse che se non li volevo avrei semplicemente dovuto dirlo".

"I vestiti erano in vendita per beneficenza un mese prima che lanciasse il marchio. Arrivando al dunque, quello è stato l'inizio della fine" ha aggiunto Noel.

La Pretty Green, ora non più di proprietà dell'ex Oasis, è stata al centro della contesa anche quando Liam cercò di inserire il marchio all'interno dei materiali promozionali del tour, provocando un ennesima lite con Noel.


Noel Gallagher ammette la sua responsabilità per la fine degli Oasis

Il video di Some Might Say a Knebworth

Pochi giorni fa gli Oasis hanno pubblicato un nuovo video estratto dallo storico concerto di Knebworth nel 1996. Il video, in cui la band suona 'Some Might Say', fa parte del documentario Oasis Knebworth 1996 diretto da Jake Scott e andato in onda poche settimane fa per tre serate evento.

Il documentario, pubblicato per i 25 anni dagli storici concerto dell'agosto 1996 in cui gli Oasis radunarono 250.000 persone in due serate, racconta sia la storia di una band all'apice della carriera che la vita di una comunità. Una nazione interamente paralizzata per un raduno rock rimasto nella storia della musica.

OASIS KNEBWORTH 1996 è la storia del rapporto speciale tra gli Oasis e i loro fan, un rapporto che ha reso possibile il più grande concerto degli anni '90, che viene raccontato attraverso gli occhi degli spettatori che vi hanno preso parte e che è ricostruito grazie a materiali d'archivio e filmati di backstage, interviste aggiuntive alla band e agli organizzatori del concerto. Diretto dal vincitore del Grammy Award Jake Scott, OASIS KNEBWORTH 1996 è una gioiosa e toccante celebrazione cinematografica di uno dei concerti dal vivo più iconici degli ultimi 25 anni, un documentario impregnato di musica e delle esperienze dei fan durante quel monumentale fine settimana.