Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  11 giugno 2021

Noel Gallagher si sente come il Principe William

L'ex Oasis paragona il rapporto tra lui e Liam a quello tra il Principe William e Harry, uno che fa 'prendere aria alla bocca'

Noel Gallagher, intervistato dal Sun, ha detto di sentirsi vicino al Principe William per il suo rapporto con il fratello minore Harry, simile a quello tra lui e Liam.

Come il Principe William

Essere fratelli non è sempre una cosa facile e il rapporto è sempre sul filo dell'amore/odio con, in alcuni casi, la lancetta che pende più da una parte che dall'altra.

Lo sa bene Noel Gallagher che sul rapporto conflittuale con il fratello minore Liam ci ha basato una vita e una carriera artistica. E lo sanno bene anche i reali britannici grazie alla frattura tra il giovane 'ribelle' Harry e la famiglia della corona a cui, invece, il fratello maggiore William è rimasto legato.

Proprio questa relazione viene scomodata dall'ex songwriter degli Oasis che paragona il rapporto tra Principe William ed Harry a quello tra lui e Liam Gallagher: "Harry è un cazzo di privilegiato impegnato. Capisco il fastidio del Principe William. Ha un cazzo di fratellino che fa prendere aria alla bocca con stronzate che sono del tutto irrilevanti. Non è necessario insultare la tua famiglia. Mi piace pensare che io sia sempre stato il William della situazione".

I reali sembrano essere un argomento sempre di grande attualità se sei un simbolo della musica britannica: "E' divertente, sono ossessionati da questa cosa in tutto il mondo. Ho fatto settimane di promozione e tutti dicono 'Grande, Noel, 10 anni di High Flying Birds, fantastico. E quei cazzo di Oasis! Ma poi alla fine tutti mi chiedono di quanto sia stronzo Prince Harry. E io rispondo che non lo so, che non li conosco".


Sul modern rock e Chris Martin

Noel, che sta promuovendo il suo primo greatest hits da solista come Noel Gallagher's High Flying Birds intitolato ":Back The Way We Came: Vol.1" ha anche espresso un parere sulla scena rock moderna. Secondo l'ex Oasis le band di oggi sono troppo buoniste, tutte impegnate solo a fare discorsi, ringraziare i fan e questo atteggiamento ha un colpevole specifico: Chris Martin dei Coldplay.

"Le band rock moderne stanno solo a fare sermoni su come non siano degni di essere dove sono ora e che non sarebbero lì senza i loro fan, che sono tuti fantastici e così via. Vaffanculo! - ha detto - Chi ha una grande colpa per questa cosa è sicuramente Chris Martin e con lui quasi tutti quelli che sono venuti dopo di noi. Il nostro approccio era diverso, non dovevamo ricordare ai fan perché fossero lì. Erano lì per vederci suonare. E le mie canzoni dovevano essere migliori il doppio di quelle degli altri, perché non sono mai stato bravo a vendere me stesso".


La shitstorm dopo lo scioglimento degli Oasis

In un'altra intervista, per lo speciale di Sky Arts dedicato al suo greatest hits, Noel Gallagher ha poi parlato di quell'agosto del 2009 in cui gli un litigio portò allo scioglimento degli Oasis che conclusero definitivamente la loro avventura dopo un enorme litigio nel backstage del festival parigino di Rock En Seine.

"I tour degli Oasis erano sempre stati basati sulla lotta. L'incidente di Parigi è stato semplicemente la goccia che ha fatto traboccare il vaso, a dirla tutta" - ha detto Noel ricordando il momento in cui era seduto sul retro di un auto nel backstage del festival prima di mollare tutto - "L'autista è partito e questo è quanto, era finita. Non provai una sensazione di sollievo perché sapevo che sarebbe arrivata una shitstorm. Ci sarebbero state un sacco di chiacchiere senza senso a riguardo, del resto una delle più grandi band di tutti i tempi era definitivamente implosa. Non potevo tornare in Inghilterra perché la stampa si era radunata intorno casa dove c'era la mia compagna con i miei figli. Abbiamo dovuto portarli via di nascosto nel bel mezzo della notte per farli arrivare da qualche parte in Francia dove mi trovavo. Ovviamente quando siamo tornati in Inghilterra è scoppiato un inferno".

Pur convinto della sua scelta dopo l'ennesimo, devastante litigio con Liam, Noel dice di non aver preso quella decisione a cuor leggero: "Quella era la mia vita, la dirigevo io e creativamente era una mia creatura. Col senno di poi, penso sia stata la scelta migliore per me e per la band. Nel 2009 gli Oasis non erano considerati tra i più grandi al mondo, serpeggiava il pensiero che avremmo dovuto smettere, o almeno questa era la mia sensazione. Sentivo che la gente aveva smesso di ascoltare i nostri dischi e veniva a vederci dal vivo solo per ascoltare le hit ed è una posizione in cui non volevo trovarmi. Ora, ovviamente, siamo lì sopra con i più grandi".


Noel Gallagher si sente come il Principe William

Back The Way We Came


E' disponibile da oggi "Back The Way We Came: Vol 1 (2011 - 2021)" la prima raccolta post Oasis di Noel Gallagher che racchiude in un disco i maggiori successi della sua seconda vita come Noel Gallagher's High Flying Birds.

Il greatest hits di Noel Gallagher "Back The Way We Came: Vol 1 (2011 - 2021)" è disponibile in formato 2 CD, in formato Deluxe da 3 CD e in doppio vinile Heavyweight.
Esclusivamente sullo store ufficiale di Noel Gallagher, invece, i fan potranno acquistare un cofanetto a tiratura limitata che contiene un set deluxe di vinili, un libro fotografico, l'edizione CD deluxe, un doppio LP Picture Disc e un vinile 7'' serigrafato.

Il 12 giugno, in occasione del Record Store Day, di cui Noel Gallagher è ambassador per l'edizione 2022, uscirà anche un'edizione limitata e numerata a mano della raccolta stampata su un doppio vinile colorato e con una copertina esclusiva.
All'interno di "Back The Way We Came: Vol 1 (2011 - 2021)" ci sono sedici canzoni estratte dagli ultimi dieci anni di carriera dell'artista di Manchester e due inediti: 'We're On Our Way Now' e 'Flying On The Ground', condiviso dall'ex Oasis proprio pochi giorni fa.

Noel ha anche commentato il disco, i suoi ultimi dieci anni di carriera e la sua passione per il calcio intervistato in diretta da Radiofreccia. 

Guarda l'intervista di Noel Gallagher a Radiofreccia a fondo pagina.


Noel Gallagher @ Radiofreccia

Noel Gallagher presenta il nuovo singolo We’re On Our Way Now e la raccolta ‘Back The Way We Came: Vol 1 (2011-2021)’.