Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  23 novembre 2020

Noel Gallagher? Vuole solo stare tranquillo

Charlotte Marionneau, cantante e 'forbice' della band di Noel Gallagher, parla di come il suo ex Oasis voglia dare un taglio con il passato litigioso

Alcuni anni fa era salita all'onore delle cronache come simbolo della svolta psichedelica di Noel Gallagher quando, durante l'esibizione dal vivo in TV al "Later...With Jools Holland", si era messa in evidenza come il membro dei Noel Gallagher's High Flying Birds al quale era stato assegnato un compito delicatissimo: suonare le forbici in 'She Taught Me How To Fly'.

Ora, la francese con il caschetto Charlotte Marionneau, è alle prese con il primo EP in cinque anni del suo progetto Le Volume Courbe, "Fourteen Years", e per l'occasione si è fatta sentire in giro parlando anche del suo ex datore di lavoro che le ha dato anche una mano per un brano presente sul disco, la cover di Mind Contorted di Daniel Johnston.


Noel vuole stare tranquillo

Stando a quanto riportato dal Daily Star, infatti, la Marionneau avrebbe raccontato di come Noel Gallagher si sia stancato di litigare con suo fratello Liam, non avrebbe più voglia di stare dietro alle scenate che dallo scioglimento degli Oasis nel 2009 non sembrano essere scemate e, anzi, a venticinque anni dal successo di Morning Glory sembrano essere più vive che mai. Charlotte, scrive il Daily Star, ha parlato dell'abilità di Noel nel circondarsi delle persone giuste e di come ora sia in una posizione in cui tutto ciò che vuole è stare bene, proprio visti i trascorsi.

"Forse proprio in virtù di tutte le sue litigate passate ora vuole solo passare dei bei momenti - ha detto la musicista francese - quando sono entrata nella band sono stata sorpresa da quanto tutti fossero amorevoli, non potevo crederci".

Che Noel sia pronto a darci un taglio con il suo passato litigioso e ricominciare una nuova vita?


Le recenti polemiche con Liam

Nonostante le dichiarazioni della Marionneau che vorrebbero un Noel in cerca di serenità, situazione che potrebbe virtualmente portarlo a sotterrare l'ascia di guerra, la tanto agognata riappacificazione tra i due fratelli Gallagher e un ritorno degli Oasis sembrano cose ancora molto lontane.

Se da un lato, Liam, non ha mai nascosto il desiderio di mettere da parte i dissapori e formare nuovamente una delle band inglesi più dominanti degli anni '90, Noel si è sempre dimostrato totalmente disinteressato alla cosa. I due sono venuti per l'ennesima volta ai ferri corti recentemente sia per le esternazioni di Noel contro l'utilizzo della mascherina per evitare il diffondersi del coronavirus, sia a causa dei festeggiamenti per i 25 anni dalla release di "(What's The Story) Morning Glory?".

Poco più di un mese fa, infatti, il disco di maggior successo della band di Manchester ha compiuto 25 anni ma tutte le operazioni ufficiali fatte a supporto, come il documentario che ha riportato Noel negli studi in cui venne registrato, hanno completamente estromesso l'ex cantante degli Oasis. La decisione, ovviamente, non è stata presa di buon grado da Liam che si è scagliato contro il fratello e contro il management Ignition, colpevole di aver snobbato quello che, volente o nolente, era la faccia della band.


I problemi di Liam

Intanto Liam, che si appresta a pubblicare il nuovo singolo 'All You're Dreaming Of' e a trasmettere il concerto in live streaming "Down By The River Thames", ha un'altra gatta da pelare in famiglia.

Stando a quanto riportato nei giorni scorsi dal Sun, infatti, suo figlio Gene Appleton Gallagher, il modello ventenne Noah Ponte e Sonny Starkey, nipote del batterista dei Beatles Ringo Starr, sono stati accusati di rissa e aggressione a sfondo razziale.

La vicenda risalirebbe allo scorso maggio quando i tre avrebbero cercato di acqusitare alcolici in un supermercato Tesco di Hampstead dopo la mezzanotte, orario in cui ne è vietata la vendita. Al rifiuto da parte del commesso di origini indiane, Ponte avrebbe urlato insulti razziali e sottratto con la forza gli alcolici mentre Gallagher e Starkey lo coprivano aggredendo la sicurezza.

Insomma, tale padre...

Noel Gallagher? Vuole solo stare tranquillo