Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  06 maggio 2020
di Nessuno
Nessuno

Ozzy e Sharon, un film sulla loro relazione

I primi giorni della storia d'amore più famosa del rock sarebbero oggetto di un lungometraggio in lavorazione

Ci sono stati rumors in passato su un potenziale film in via di sviluppo, incentrato sui primi giorni della relazione tra Ozzy e Sharon Osbourne. Ora il figlio Jack ha confermato che questi piani sono ancora attivamente perseguiti.

Nell'estate del 2018, Sharon aveva rivelato che stava destreggiandosi tra due potenziali nuovi progetti. Uno era un libro sull'infedeltà e su come influisce sulla vita di coloro che sono coinvolti in relazioni fedifraghe, materia di cui lei sa tutto sulla base delle relazioni extraconiugali di Ozzy. L'altro era essenzialmente l'opposto di quell'idea, un film che documentasse il corteggiamento tra lei e il famoso "Prince of Darkness" durante la transizione di Ozzy dall'uscita dai Black Sabbath alla carriera da superstar solista. 

Ospite del podcast di James Jasta, frontman degli Hatebreed, "The Jasta Show", Jack Osbourne ha detto che le cose continuano a girare a proposito delle ambizioni cinematografiche di cui sopra. "In questo momento ci sono assolutamente cose in movimento per rendere [il film] una realtà", ha detto Jack, che ha aggiunto, "Penso che nei prossimi mesi, probabilmente vedrai qualcosa in arrivo. Ma non abbiamo messo giù niente [in uno studio] ancora. Quindi, incrociamo le dita." 

"Penso che nel periodo ritratto, sarei un bambino. Quindi non sarei così pesantemente descritto", ha commentato Jack quando gli è stato chiesto chi avrebbe recitato la sua parte. Invece, a proposito del focus del film, "Sarà più su mia mamma e papà che si fanno strada nel mondo. Io sarei sullo sfondo impegnato a infastidire tutti". 

Quasi due anni fa, Sharon ha mostrato in anteprima l'ambientazione generale del film parlando con Variety, affermando: "Inizia il giorno in cui ci incontriamo e si concentrerà su come le nostre vite erano totalmente diverse ma molto simili in vari modi. Sono stata educata da un padre potente e di successo - il defunto, notoriamente duro manager dei Black Sabbath, Small Faces, ELO Don Arden - e Ozzy invece è cresciuto estremamente povero e un po 'maltrattato. Sarà sicuramente un film strappalacrime. Non sarà roba in stile "sex and drugs". Ozzy è molto più di questo. Odierei essere un cliché". 

Mentre c'è del lavoro da fare per il progetto del grande schermo, alcuni sperano che la famiglia Osbourne ritorni sugli schermi televisivi con una ritorno dell'iconico reality show The Osbournes. Lo scorso autunno, Kelly Osbourne ha affermato che la famiglia era più vicina a una reunion che mai e, più recentemente, Jack ha riflettuto sullo scenario, suggerendo che la famiglia tornasse a vivere insieme per una potenziale ripartenza.

Ozzy e Sharon, un film sulla loro relazione

Intanto il chitarrista dei Black Sabbath, Tony Iommi, ha rivelato che non gli dispiacerebbe tornare a salire sul palco con la leggendaria rock band. Nel corso di un'intervista con SiriusXM, Iommi ha dichiarato il suo rimpianto per la fine dell'attività dal vivo dei Sabbath: "E' stato fantastico poter fare un tour conclusivo e, ad essere onesto, mi è dispiaciuto, perché si è trattata di una mia scelta, di un mio errore. Andare in tour, arrivati a quel punto non era un cosa buona dal punto di vista fisico. Alzarsi alle quattro del mattino dopo aver fatto un concerto, vivere la vita come quando avevi vent'anni, per me era una cosa difficile da fare e il mio medico mi ha consigliato di rallentare. All'epoca sembrava la cosa giusta. Mi piacerebbe poter fare un ultimo show, la cosa difficile è che con i Sabbath è una cosa talmente grossa da non potertela cavare con un solo show occasionale. Bisognerebbe fare un tour di un anno e passa, non sono contrario a niente ma farei le cose diversamente".

Iommi ha poi espresso il suo desiderio di tornare a suonare con Ronnie James Dio, se fosse ancora vivo: "Eravamo una grande band, spaccavamo, se Ronnie fosse ancora vivo probabilmente ora starei lavorando a qualcosa con lui".

I Black Sabbath hanno compiuto il giro di campo per salutare il pubblico tre anni fa con il The End Tour, sulla carta capitolo conclusivo della loro leggendaria carriera giunta al termine il 4 febbraio 2017 con lo show nella loro Birmingham.