Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  24 novembre 2021

Ozzy Osbourne, il tour è spostato al 2023

Nuovo spostamento per il "No More Tours 2". Ozzy Osbourne arriverà in Italia, sempre a Bologna, solo nel 2023

Ozzy Osbourne non sarà in Italia nel 2022. Il Principe delle tenebre ha spostato per l'ennesima volta le date del No More Tours 2 che, ora per un motivo ora per un altro, negli ultimi anni è stato continuamente rimandato. Tra i problemi di salute di Ozzy e la pandemia di mezzo, il No More Tours sembra davvero 'maledetto'.

Ozzy Osbourne in Italia nel 2023

Bisognerà aspettare ancora per vedere Ozzy Osbourne esibirsi sui palchi italiani. L'iconico frontman dei Black Sabbath ha infatti annunciato lo spostamento di tutto il "No More Tours2 " dal 2022 al 2023, data italiana inclusa.

La data italiana prevista l'8 febbraio 2022 all’Unipol Arena di Bologna è riprogrammata al 12 maggio 2023.

Non cambiano i supporter che saranno sempre i Judas Priest.

A proposito della decisione di rimandare nuovamente il tour, Ozzy Osbourne ha commentato:"A causa della continua incertezza sugli eventi a pieno regime e la logistica dei viaggi in gran parte dell'Europa, siamo giunti alla difficile decisione di posticipare il mio tour del 2022 al 2023. I biglietti originali rimangono validi per le nuove date. Voglio ringraziare tutti voi e i Judas Priest per la vostra continua pazienza e supporto. OZZY".

Ozzy Osbourne, il tour è spostato al 2023

Il nuovo album di Ozzy

Se nel 2022 non vedremo ancora Ozzy in tour, il prossimo anno potrebbe però essere quello giusto per ascoltare il nuovo album dell'ex Black Sabbath.

Stando ad una nota finanziaria pubblicata dall'etichetta discografica della leggenda rock britannica alcune settimane fa e riportata da Blabbermouth, infatti, il nuovo album di Ozzy sarà pubblicato nella prima metà del 2022.

Sul nuovo album di Ozzy Osbourne, oltre all'ormai fedele Andrew Watt e il chitarrista di una vita, Zakk Wylde, suoneranno anche Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers, che torna in squadra dopo "Ordinary Man", Rob Trujillo dei Metallica e Taylor Hawkins dei Foo Fighters.

Oltre a loro, però, la chitarra solista è affidata anche dei veri maestri dello strumento come Jeff Beck, Eric Clapton, e il compagno di sempre nei Black Sabbath, Tony Iommi.

A proposito del disco, Ozzy ha rivelato che ci sono diverse somiglianze con l'ultimo lavoro, Ordinary Man: "Ha un tono molto simile a quello di Ordinary Man, ma non so come descriverlo del tutto. In realtà è da un po' che non lo ascolto perché le canzoni continuano a fare avanti e indietro passando di mano in mano con gente che aggiunge parti. Passiamo un sacco di tempo a cambiare cose"