Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  30 gennaio 2020

Ozzy Osbourne: "La morte non mi preoccupa"

Il cantante ha recentemente svelato di avere il morbo di Parkinson. A febbraio esce il nuovo album "Ordinary Man"

Cadute, infezioni, una polmonite e, ultimo annuncio, il Parkinson: nell'ultimo anno il corpo ha giocato qualsiasi scherzo ad Ozzy Osbourne

L'ex frontman dei Black Sabbath però - uscirà il prossimo mese il nuovo album "Ordinary Man" - non ha minimamente intenzione di mollare, nonostante il tour spostato di continuo e tutte le difficoltà incontrate.

Intervistato dal magazine Kerrang! Ozzy ha parlato di un argomento che, alla luce dei suoi 71 anni, della vita al limite e di tutti i recenti acciacchi non può che essere tema di interesse e discussione: la morte.

Il Principe delle Tenebre non sembra essere particolarmente preoccupato dalla cosa e dichiara: "Penso mai a quando giungerà la mia ora? Ci penso, sì, ma non mi preoccupa. Non sarò qui per altri 15 anni o qualcosa del genere, non durerò così a lungo, ma non sto a rimuginare. Prima o poi accade a tutti".

"Sono felice ora? No, non sono in salute. Quella roba mi ha colpito duro - dice Ozzy riferendosi al Parkinson - ma sono ancora qui. Infatti ero più spaventato dalla morte quando ero giovane che ora. Mi limito a godermi le cose il più possibile, anche se a volte è così fottutamente duro".

La scorsa settimana Ozzy e sua moglie Sharon sono saliti sul palco dei Grammy Awards per annunciare, non senza difficoltà, gli artisti in nomination nella categoria "Rap". Durante il red carpet della serata, Ozzy avea definito il suo ultimo anno come 'rock'n'roll'.

Le condizioni di salute della leggenda del metal lo hanno costretto a slittare continuamente le date del "No More Tours 2", inclusa quella italiana alla Unipol Arena di Bologna attualmente prevista per il 19 novembre 2020.

Proprio l'impossibilità di abbracciare il suo pubblico è il cruccio più grande per Ozzy che però ha dichiarato che farà di tutto: "Ho lavorato tutti i giorni con il fisioterapista per essere in grado di tornare sul palco.Spero di essere abbastanza in salute, sto facendo del mio meglio".

"Ordinary Man" esce il 21 febbraio e vede la partecipazione di Slash alla chitarra, Duff McKagan dei Guns N'Roses al basso e di Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers alla batteria. La titletrack, da domani nella Top  20 di Radiofreccia, oltre al chitarrista dei Guns N'Roses, può contare su un altro grande della scena internazionale, Sir Elton John. La star di "Rocketman" contribuisce con piano e voce a quella che è una rock ballad anni '80 sul tempo che passa e la consapevolezza che, fino alla sua morte, la rockstar non sarà mai un uomo ordinario.


Ozzy Osbourne: "La morte non mi preoccupa"

Ozzy Osbourne - Ordinary Man (Audio) ft. Elton John

Ozzy Osbourne - Ordinary Man (Audio) ft. Elton John