Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  09 novembre 2020

Paul McCartney, Rupert And The Frog Song in 4k

Il cartone animato scritto e musicato da Paul McCartney è stato rimasterizzato in 4K

Paul McCartney, si sa, è un uomo dal multiforme ingegno. Tra le innumerevoli produzioni di ogni tipo, l'ex Beatles creò anche un cartone animato nel 1984 dal titolo "Rupert And The Frog Song". Il breve film è basato sul personaggio dei fumetti Rupert Bear che ieri ha compiuto 100 anni, un'occasione che McCartney ha voluto festeggiare pubblicando l'intero cartone rimasterizzato in 4K così come il video che accompagna il brano della colonna sonora 'We All Stand Together'

Rupert And The Frog Song

Pubblicato nel 1984 insieme al film di Paul McCartney 'Give My Regards To Broad Street', 'Rupert And The Frog Song' era nei piani di McCartney sin dai primi anni '70 che registrò il brano 'Little Lamb Dragonfly' contenuto in "Red Rose Speedway" del 1973 proprio con l'idea di inserirlo nel film. Diretto da Geoff Dunbar che, con Paul e Linda McCartney ha anche scritto la sceneggiatura, il film animato è stato interamente prodotto e musicato da Macca che con la canzone 'We All Stand Together', pubblicata come Paul McCartney and The Frog Chorus, riuscì ad arrivare al terzo posto nella classifica dei singoli usciti nel Regno Unito nel 1984.





McCartney III

Uscirà il prossimo 11 dicembre "McCartney III", terzo capitolo della trilogia cominciata nel 1970 con "McCartney" e proseguita dall'ex Beatles dieci anni dopo con "McCartney II". Un lavoro che, come i precedenti, si preannuncia un disco essenziale con il solo McCartney protagonista.

La prima stampa, pubblicata dalla Third Man Records di Jack White, è andata subito bruciata a pochi minuti dall'annuncio, un prodotto mai banale in pieno stile Third Man Records. Quella che è stata definita la '333 Edition' è la prima versione prodotta del prossimo album solista di Macca disponibile in 333 copie limitate e numerate a mano su vinile giallo e nero stampato usando 33 copie riciclate di "McCartney" e "McCartney II" quasi a farne un feticcio algebrico. Dopo poco è arrivato l'annuncio dell'uscita ordinaria del disco che sarà disponibile dall'11 dicembre e che avrà anche un'altra tiratura in 3000 copie su vinile rosso, anche queste già esaurite.

Il disco

Nei mesi scorsi era emersa a più riprese la notizia di un disco registrato da Paul McCartney durante il lockdown, voce confermata dallo stesso McCartney in un'intervista concessa a GQ. La caratteristica dei precedenti capitoli è che su "McCartney I" e "McCartney II", Sir Paul aveva registrato tutto in solitaria, un lavoro home made che ben si sposerebbe con il risultato possibilmente ottenuto in fase di quarantena.

"Sono stato in grado di scrivere e dedicarmi alla musica, iniziare e finire canzone - ha detto McCartney alla rivista a proposito del tempo passato in lockdown - Ho avuto un po' di cose da scrivere ed ho avuto il tempo di poter finire alcune canzoni che in passato non avevo avuto modo di completare".

Recentemente, parlando con la BBC, Macca ha rivelato che la pubblicazione dell'album non era nei piani: " Mi stavo solo divertendo, non ho mai sospettato per un solo secondo che sarebbe diventato un album".

Nell'intervista McCartney ha poi aggiunto che alcune canzoni sono state in qualche modo ispirate dalla pandemia come un brano che contiene i versi : "When the cold days come, we'll wish that we had seized the day." (Quando arriveranno i giorni freddi tutto desidereremo aver vissuto alla giornata) , un ottimismo che Sir Paul ha ricevuto dall'esperienza dei suoi genitori durante la Seconda Guerra Mondiale: "In quei versi sono io che ricordo a me, e a tutti, che bisogna prendere il buono delle cose e attraversare la pandemia. I miei genitori sono sopravvissuti ai bombardamenti e alla scomparsa di persone da ogni parte e sono comunque riusciti a venirne fuori con uno spirito incredibile".

Nel corso dell'intervista McCartney - che ha annullato con grande clamore il tour 2020, inclusi i due show previsti a Napoli e Lucca Summer Festival - ha anche parlato dell'ipotesi di tornare più su un palco visto il futuro incerto della musica dal vivo: "Ci ho pensato, certo. Penso all'ultimo concerto che abbiamo fatto al Dodger Stadium di LA e non abbiamo trascorso una bella serata. Pensavamo 'E se questa fosse l'ultima volta?'. Ma sarebbe grandioso poter tornare ad essere tra la folla e divertirsi e ascoltare di nuovo una band dal vivo. Ci pensavo l'altro giorno e immaginavo che invece di suonare saremmo lì a guardarci e dirci 'Non è fantastico tutto questo?".

Paul McCartney, Rupert And The Frog Song in 4k